Auto
12 June 2020 | di Giancarlo Gnepo Kla

Peugeot 604 Limousine: da Papa Wojtyla allo Champagne

Il 2 giugno 1980 Papa Giovanni Paolo II si recò nella cittadina di Lisieux, in Normandia, per rendere omaggio a Santa Teresa di Lisieux. Per quella speciale occasione, il Presidente della Repubblica Francese Giscard d’Estaing chiese a Peugeot una 604 Limousine da utilizzare per gli spostamenti del Pontefice.

La speciale 604 Limousine venne realizzata dal carrozziere Heuliez sulla base dell’ammiraglia di Casa Peugeot, un modello molto amato da Giscard d’Estaing: il presidente francese era solito guidarla di prima persona e fu proprio lui a commissionare alla Peugeot la realizzazione di una versione limousine da utilizzare come vettura di rappresentanza per la Presidenza della Repubblica Francese. Durante le visite ufficiali ufficiale Giscard d’Estaing aveva l’abitudine di utilizzare una Peugeot 604 e così accadde anche per la sua visita in Finlandia, dove gli venne consegnata la nuova versione Limousine: un elegante esemplare nero con interni in velluto beige.

Un inizio problematico. La genesi della Peugeot 604 in realtà Limousine non fu semplice: il primo prototipo venne presentato nel 1978, ma la produzione non venne avviata che alla fine del ‘79. All’inizio del 1980 vennero ultimati una decina di esemplari con interasse allungato, realizzati sulla base tecnica di vari modelli della gamma 604: SL, D turbo e TI. Per tutte venne scelta la tinta “Gris Fumé Métallisé”, cambiavano le motorizzazioni. In primavera la versione a passo lungo della Peugeot 604 venne messa a listino e la rete commerciale della Casa iniziò a ricevere i primi ordini, ma l’omologazione ufficiale da parte della motorizzazione francese arrivò solo a metà giugno. Le prime consegne ai facoltosi clienti partirono dal mese di luglio del 1980...

La visita papale. Per assecondare la richiesta del Presidente Giscard d’Estaing, Peugeot prelevò dal suo parco auto la 604 Limousine numero 9500010 e la inviò nuovamente alla Heuliez, storico partner della Casa di Sochaux per effettuare alcune modifiche per la visita del Pontefice in terra francese. La speciale 604 Limousine realizzata dalla Heuliez montava quindi un tetto apribile scorrevole, una maniglia di sostegno interna e una pedana al posto degli strapuntini per consentire al Papa di salutare i fedeli. La vettura così allestita tornò giusto nel parco Peugeot per l’evento del 2 giugno, ma rimaneva da risolvere un problema non indifferente: l’omologazione che non era ancora stata concessa. Il problema venne risolto applicando semplicemente una targa provvisoria. Questo esemplare fu quindi il primo a viaggiare su una strada, facendo bella mostra di sé in occasione di un evento pubblico. Il corteo papale comprendeva diverse Peugeot, 504 e 604 in tutte gris fumé métallisé, scortate da sei motociclisti che scortavano la limousine con il Santo Padre.

Dalle stelle alle… Ardenne. Tanti piccoli dettagli che in quella giornata di festa passarono inosservati ai più, ma che oggi rappresentano una testimonianza utile per ricostruire l’affascinante storia di questo esemplare. Dopo la visita di Giovanni Paolo II a Lisieux, quella speciale 604 Limousine tornò alla Heuliez dove vennero ripristinata nella sua configurazione originaria. Ritornata nel parco auto Peugeot, venne venduta come vettura d’occasione e da lì cominciò la sua vita “ufficiale”. Questo esemplare giunse a Marsiglia negli anni 90, dove venne malamente configurata in stile limousine americana con un improbabile vernice bianca data a pennello e una finta antenna a boomerang per la TV, usata da un fotografo che portava in giro giovani coppie appena sposate a basso costo… L’auto venne salvata da quell’umiliante routine per mano di un appassionato e venne ricoverata nella cantina di un piccolo produttore di Champagne nella regione delle Ardenne, e qui rimase ferma per un po', dimessa in mezzo alle bottiglie di vino.

Buen retiro. Ma la storia di questa specialissima Peugeot 604 Limousine, non è finita. Un collezionista s’imbattè in questo esemplare, uno dei soli 124 prodotti dalla Heuliez tra il 1980 e il 1985. Anche se non aveva certo un bell’aspetto i suoi interni erano originali, peraltro in ottime condizioni. Il robusto motore V6 “PRV” da 2.664 cm3si confermò tale anche in quell’occasione partendo al primo colpo e l’affare si concluse davanti ad una coppa di Champagne. Per la Peugeot 604 Limousine iniziava un nuovo e felice capitolo: venne portata in Toscana, presso la “Galerie Peugeot” di San Gimignano (Si) dove venne sottoposta ad un meticoloso restauro. Nessuno però conosceva l’affascinante storia di quello specifico telaio, citata solo nei documenti aziendali dell’epoca. Soltanto grazie alla curiosità di un socio del Club Peugeot 604 che, recatosi presso la sede di Heuliez di Cerizay per studiare tutta la documentazione relativa alle 604 Limousine, che ricostruì la vera storia di questo esemplare. Oggi la Peugeot 604 Limousine Heuliez con telaio numero 10 fa bella mostra di sé con la sua livrea originale alla Galerie Peugeot dove attira grande curiosità per il suo avvincente passato storico.

Condividi
COMMENTI