Auto / News
06 ottobre 2015 | di Alvise-Marco Seno

Porsche, nuovo reparto restauro e assistenza per le storiche da corsa

Consapevole dell’importanza storico-culturale delle sue auto da corsa, sparse nelle collezioni del mondo, la Casa di Stoccarda inaugura in Germania e negli Stati Uniti un nuovo reparto specializzato nella cura delle vetture che hanno fatto la sua storia sportiva. Ambasciatrice della nuova iniziativa: la 917K che vinse la 1000 KM di Spa del ’71, rinata dopo tre anni di restauro.

Gli anni passano e gli eventi e gli accadimenti continuano, incessantemente, a entrare a far parte della storia. Così è per Porsche, che deve il suo successo alle automobili stradali ma, in pari misura, all’avventura sportiva e alle centinaia di vittorie conseguite nelle competizioni del mondo (Le Mans, Spa, Nürburgring, Monza, Mille Miglia, Targa Florio…). Il patrimonio delle Porsche da corsa divenute “storiche” è in continuo aggiornamento, e grazie ai collezionisti (e alle gare di motorsport storico), in grande visibilità in tutto il mondo.

Porsche AG, perciò, ha deciso di estendere ulteriormente le proprie attenzioni alle sue auto da corsa classiche con una nuova iniziativa dedicata ai modelli che hanno tracciato i contorni del suo mito sportivo.

Restauro, riparazione, assistenza
Per i proprietari delle Porsche da competizione del passato la Casa di Stoccarda lancia un nuovo pacchetto di servizi, che avranno il loro centro logistico in Germania e negli Stati Uniti. Questi comprendono il restauro, la riparazione, e l’assistenza, eseguiti anche con la fornitura di componentistica ad hoc che elevi gli standard di sicurezza, soprattutto nel caso di vetture particolari come le favolose Gruppo C dei primi anni 80.

Porsche si è organizzata attraverso un network di specialisti nel restauro e nella cura della meccanica di automobili da corsa attingendo ai nomi più conosciuti del settore.

Negli eventi più importanti del collezionismo storico sportivo Porsche sarà presente per fornire componenti e ricambi, assistenza tecnica e logistica. Il cliente sarà quindi seguito e coccolato a 360° dalla Casa Madre.

917K 035/015: una nuova vita
Ambasciatrice e “mascotte” della nuova iniziativa di Porsche AG è un esemplare della leggendaria 917K. Il telaio n.035/015 (telaio n.035, rinumerato in 917-015) corrisponde alla vincitrice della Mille Chilometri di Spa del 1971 e terza assoluta alla 6 Ore di Watkins Glen dello stesso anno con i colori Gulf della John Wyer Racing.

La vettura, oggi di proprietà del Museo Porsche di Zuffenhausen, è stata sottoposta a un rigoroso restauro da parte di Porsche Motorsport North America, che nel 2012 ha iniziato un complesso lavoro di ripristino per riportarla alle sue “esatte” condizioni del 1971 e naturalmente “pronta pista”. Per questo obiettivo è stata messa in campo un’organizzazione vasta e capillare con contributi provenienti da più parti: per esempio documentazione del museo sulla macchina e testimoni oculari dell’esemplare (tecnici Porsche dell’epoca che l’hanno costruita).

Alvise-Marco Seno

Condividi
COMMENTI