Aste
15 aprile 2019 | di Gilberto Milano

RM Sotheby’s, Techno Classica: le Lancia valgono oro

Nella vendita all'incanto di Techno Classica, la Casa d'aste canadese RM Sotheby's punta su tre Lancia d'alta collezione. Il risultato è un incasso da record.

Fuochi d’artificio a Techno Classica per le italiane da rally offerte nell’asta di RM Sotheby’s: una Lancia Delta S4 Stradale del 1985 ha raggiunto la quota di 1.040.000 euro (compresi i diritti d’asta) dopo una serrata lotta tra collezionisti che ha portato il risultato finale a (quasi) doppiare la stima massima iniziale di 550.000 euro. Si tratta di una quotazione record per questo modello che ha fatto gola a numerosi appassionati per via di una percorrenza di soli 2200 km che lo pone probabilmente tra gli esemplari più in perfette condizioni in assoluto al mondo.

È febbre per le Lancia sportive. Si è verificato lo stesso, anche se un livello di prezzo inferiore, per una Lancia 037 Rally Stradale del 1982, altra vettura proposta praticamente come nuova (solo 3500 km percorsi) e aggiudicata al prezzo record di 770.000 euro, anch’essa vicina al raddoppio della stima più alta (400.000 euro). Di poco superiore alla stima massima invece una terza icona dei rally made in Lancia: una Stratos HF Stradale del 1975, conservata in modo esemplare, con appena 11.800 km percorsi, che ha raggiunto quota 545.000 (la stima era di € 480 – 520.000). Si tratta del prezzo più alto raggiunto da questo modello negli ultimi cinque anni.

La Stella passa in secondo piano. Il successo della Lancia Delta S4 Stradale ha offuscato anche la quotazione più alta dell’asta di RM Sotheby’s ottenuta da una imponente Mercedes-Benz 540 K Cabriolet A del 1937, una delle più eleganti e ambite sportive anteguerra, offerta in condizioni da concorso e aggiudicata a 2.255.000 euro. Nel complesso, l’asta di RM Sotheby’s a Techno Classica porta una ventata di freschezza in un mercato europeo contrassegnato da poco entusiasmo da parte dei collezionisti. Dei 212 lotti di auto battuti a Essen ben177 (l’83%) è passato di mano, anche se in gran parte dei casi si è trattato di vetture offerte senza prezzo di riserva (il 63%) o di vendite sotto le stime minime.

Sempre più youngtimer. La parte del leone è ancora stata recitata dalle youngtimer, un asso nella manica che la Casa d’aste anglo-canadese ha già giocato con successo in tutte le vendite da lei organizzate nel 2019. A Essen, dove la concorrenza dei commercianti presenti alla mostra-mercato era spietata, ha portato 132 vetture sotto i 40 anni, piazzandole in gran parte a prezzi che in alcuni casi hanno raddoppiato le stime e in altri sono state aggiudicate a prezzi molto inferiori. Si conferma tuttavia il grande interesse del mercato per questo segmento. Tra le 85 vetture della Collezione Youngtimer da segnalare le Mercedes-Benz elaborate da AMG, aggiudicate tutte a prezzi molto alti, tra le quali da segnalare una 560 SEC AMG 6.0 'Wide-Body' del 1990, aggiudicata a 149.500 euro; una 500 SEC AMG 5.4 'Wide-Body' del 1984 aggiudicata a 161.000 euro (nuovo record mondiale); e una 500 TE AMG del 1979 che da una stima di 60-70.000 euro è arrivata a 143.750 (nuovo record mondiale anche per lei).

Ah, la Range… Bene anche le youngtimer inglesi tra le quali da segnalare il raddoppio della stima minima ottenuto da una Land Rover Range Rover del 1992 aggiudicata a 40.250 euro. E confermata anche la tendenza che vuole in forte crescita l’interesse per le giapponesi degli anni ’80 e ’90, tra le quali si è distinta una Nissan 300ZX Twin Turbo del 1992 battuta a 32.200, molto superiore alla stima massima (18.000 euro).

Invendute illustri. Tra le 35 vetture invendute si fanno notare alcune vetture di prestigio come una Bugatti Veyron 16.4 Gran Sport Vitesse del 2013 (stimata 1.500.000 – 1.700.000 euro); una Porsche 911 Carrera RS 2.7 del 1973 (450.000 – 550.000); una Veritas BMW Rennsport del 1949 (450.000 – 550.000); una Lamborghini Diablo SE30 del 1996 (395.000 – 495.000); e una Italdesign Zerouno del 2018, quinto esemplare di cinque prodotti, la più giovane delle auto in vendita stimata 950.000 – 1.500.000 euro. Qui tutti i risultati dell’asta.

LA TOP TEN DI ESSEN 2019

1) Mercedes-Benz 540 K Cabriolet A, 1937 € 2.255.000
2) Lancia Delta S4 Stradale, 1985 € 1.040.000
3) Mercedes-Benz 300 SL Roadster, 1959 € 893.750
4) Lancia 037 Rally Stradale, 1982 € 770.000
5) Ferrari 365 GTB/4 Daytona Berlinetta, 1970 € 635.000
6) Lancia Stratos HF Stradale, 1975 € 545.000
7) Mercedes-Benz 300 Sc Coupé, 1955 € 432.500
8) Aston Martin DB4 Series IV, 1962 € 387.500
9) Ferrari Dino 246 GT, 1970 € 331.250
10) Avions Voisin C23 Conduite Intérieure, 1930 € 275.000
10) Ferrari Superamerica, 2005 € 275.000

Condividi
COMMENTI