Separate dalla nascita

Auto / Separate dalla nascita
20 settembre 2018

Simca 1000 e Škoda 1000 MB, ultime compatte europee a motore posteriore

Le loro vite non si sono mai incrociate, ma sono state incredibilmente parallele. Simca 1000 e Škoda 1000 MB sono infatti le ultime compatte europee a motore posteriore, soluzione che sarebbe stata successivamente riservata agli estremi opposti dell’automobile: alle granturismo (Porsche 911) o alle citycar (le varie generazioni della Smart e la più recente Renault Twingo, che poi è una Smart travestita). Da buone ultime, non hanno mollato l’osso facilmente: la Simca, nata nel 1961, è rimasta in produzione sino al 1978, combattendo ad armi impari in un mercato fatto di moderne due volumi con il portellone e la trazione anteriore. Le attaccarono la "prolunga". La Škoda, classe 1964, è andata persino oltre: se è vero che la 1000 MB ha lasciato il campo già nel 1969, lo è anche che la successiva 100/110 aveva cambiato nome ma era la stessa auto, giusto un po’ ristilizzata. E quando, nel 1976, cedette il posto alla Serie 742 (quella con il cofano...
Marco Visani
Separate dalla nascita
27 agosto 2018

Autobianchi A111 e Fiat 124 Special, parenti strette

È meglio la trazione anteriore o posteriore? Perché infatti la grossa discriminante tra l’Autobianchi A111 e la Fiat 124 Special è solo questa. Per il resto le due hanno lo stesso, identico motore, la versione di 1438 cm³ da 75 CV DIN del cinque supporti con aste e bilancieri della serie 124, e uno stile altrettanto simile. Parentela stretta. Certo, si potrà obiettare che negli anni delle berline semplici e squadrate più o meno tutte si assomigliavano, il che non sarebbe nemmeno sbagliato. Ma nel caso delle nostre due protagoniste la parentela è ancora più stretta di quel che sembra. Non si butta via niente. Negli anni che precedettero la gestazione della 124 un insolito concorso interno, alla Fiat, mise a confronto due proposte: la 123, che in realtà era una rosa di automobili tutte diverse tra loro e tutte molto innovative, e la classicisima 124, che alla fine la spuntò. Verso la fine degli Anni 60, quando l’Autobianchi decise...
Marco Visani
Separate dalla nascita
09 agosto 2018

Citroën GS e Alfa Romeo Alfasud, code gemelle

Sono incredibilmente parallele, le vite della Citroën GS e dell’Alfa Romeo Alfasud. Entrambe sono nate tra il 1970 e il 1971, sono compatte a due volumi con la coda tronca, hanno un motore boxer a quattro cilindri con un albero a camme in testa per bancata, quattro freni a disco con quelli davanti entrobordo e un abitacolo con varie soluzioni controcorrente. Due per tutte. I comandi raggruppati nelle levette al volante dell’italiana e il tachimetro a tamburo della francese. Tutt’e due nascono in una fabbrica decentrata, rispetto a quella al tempo prinicipale delle rispettive Case: a Rennes, in Bretagna, la GS - che costruisce principalmente a Quai de Javel, Parigi - e a Pomigliano d’Arco (Napoli), l’Alfasud, all’epoca in cui l’Alfa Romeo è sinonimo di Arese (Milano). L’una e l’altra hanno diritto, nel tempo, alle loro declinazioni sportiveggianti: la GS X e l’Alfasud TI, con una prima differenza: mentre la GS X resta una quattro porte l’Alfasud TI di aperture...
Marco Visani
Separate dalla nascita
23 maggio 2018

[Separate dalla nascita] Fiat 127 e Ford Fiesta, quando il design funziona

Praticamente gemelle, ma a qualche anno di distanza: la Fiat 127 nasce nell’aprile del 1971, la Ford Fiesta nel maggio del 1976. Eppure, sembrano proprie sorelline siamesi. Vi spieghiamo il perché. Il debutto della 127 segna una tappa fondamentale nella storia della Casa torinese: dopo la 600 (1955), la Nuova 500 (1957) e la 850 (1964), tutte con motore e trazione posteriori, arriva la prima utilitaria con un 4 cilindri trasversale e trazione anteriore, schema che garantisce la massima abitabilità ed è quindi il più razionale per una vettura di piccole dimensioni. In fondo, si tratta dello stesso “credo” che aveva portato Alec Issigonis nel 1959 a concretizzare la Mini. Per la prima volta s’investono in un’utilitaria più capitali che per una vettura di lusso. La parola d’ordine in Fiat è “ottimizzare”, cioè ottenere il massimo con la minima spesa. Anche il bagagliaio è molto più ampio rispetto alle antenate (365 dm³). L'interno punta sulla razionalità, sia nello sfruttamento dello...
Redazione Ruoteclassiche
Separate dalla nascita
10 maggio 2018

[Separate dalla nascita] Citroën CX e Lancia Gamma, quanto si somigliano?

Avrebbero dovuto essere sorelle “ufficiali”, praticamente gemelle, invece un accordo economico e industriale andato ben presto in fumo le ha fatte nascere a distanza di due anni l’una dall’altra. A guardarle oggi si ritrovano stilemi molto, molto simili. Stiamo parlando della Citroën CX e della Lancia Gamma. Per raccontare la loro storia parallela occorre fare un passo indietro. Quando la Casa di Chivasso venne assorbita nel 1969 dalla Fiat, era già attivo da un anno l'accordo PAR.DE.VI (Partecipation et Developement Industrieles) con Citroën. I piani delle Case. Il progetto era molto ambizioso e avrebbe dovuto portare, di lì a cinque anni, alla totale complementarietà delle gamme Autobianchi, Citroën, Fiat e Lancia, con una forte condivisione tecnico-industriale e con una profonda integrazione a livello commerciale. Nell’accordo era previsto che ogni marchio avrebbe dovuto coprire un determinato segmento di mercato, con la sua identità, senza alcun tipo di sovrapposizione. Occasioni perdute. Fu in quest’ottica che venne completato lo sviluppo delle Citroën GS,...
Gaetano Derosa
Separate dalla nascita
19 aprile 2018

[Separate dalla nascita] Alfa 164 e Peugeot 605, gemelle (molto) diverse

Gemelle eterozigote? Sorelle separate dalla nascita? Piano con gli insulti. Parliamo di Alfa 164 e Peugeot 605, due creature degli anni Ottanta che in effetti a prima vista potrebbero sembrare proprio molto "sorelline" e nate dalla stessa matita. Ecco i fatti: la 164 debutta nel 1987 e nasce disegnata da Pininfarina, mentre la 605 che arriva due anni dopo viene creata partendo da un progetto dalla carrozzeria torinese rielaborato poi dal centro stile interno della Peugeot, diretto all’epoca da Gerard Welter. Si è sempre dubitato che Pininfarina avesse duplicato lo stile della 164 nelle Peugeot 405 e 605. Ma la verità, raccontata oggi da un testimone illustre di quel periodo, il designer Enrico Fumia, papà della 164, è che solo la 405 ha usufruito dei "raccordi-164", mentre è stata la Casa francese ad adottare inconsapevolmente lo "sguscio-164" sulla 605, ribaltando quello della proposta finale di Pininfarina ai francesi nel 1985. "Più della sezione è la lunga impronta cuneiforme dello sguscio...
Redazione Ruoteclassiche
Separate dalla nascita
22 marzo 2018

[Separate dalla nascita] Alfa Romeo Alfetta e... BMW Serie 5 E12 e Fiat 132

Sono nate da tre matite d’artista, in centri stile dal grande blasone: rispettivamente a Milano, Monaco di Baviera e Torino, all’epoca diretti da giovanotti talentuosi quali Giuseppe Scarnati, Paul Bracq e Mario Boano. Eppure l’Alfa Romeo Alfetta, la BMW Serie 5 (E12) e la Fiat 132, classe 1972, sembrano oggi veramente sorelline gemelle, poi separate dalla nascita. Di sicuro potremmo parlare di un papà certo, visto che i tre centri stile si avvalsero della collaborazione di Marcello Gandini. Berline a tre volumi, 4 portiere, frontale con doppi fari, motore longitudinale, trazione posteriore, baule di generose dimensioni… Le analogie sono tante, veramente tante. E, se si guarda la vista laterale, si fa fatica a pensare che abbiano avuto genesi differenti, ma è proprio così. E sono accomunate anche dal destino che, complice la guerra del Kippur, è stato identico: un paio di anni di produzione e poi, con la benzina alle stelle e il crollo delle vendite, sottoposte a restyling o...
Redazione Ruoteclassiche