Eventi
16 settembre 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

“Street Show”, veicoli di servizio e l’ambulanza che trasportò Mussolini

Non solo splendide auto d'epoca provenienti dai maggiori club (che si contenderanno la palma per il miglior restauro nelle sette classi del contest di Ruoteclassiche), così come i "gioielli" portati dall'Asi e dalla Collezione Massimo Sordi che rappresenterà Aci Storico: allo "Street Show" di oggi i visitatori troveranno anche veicoli di servizio d'antan.

Un pezzo di storia. Particolarmente curiosa la presenza di alcune ambulanze storiche, presenti all'evento grazie alla collaborazione di Maurizio Gussoni, delegato nazionale della motorizzazione della Croce Rossa Italiana ed ex presidente della CRI lombarda. Quello di maggior valore storico, presente nei pressi dell'Heritage Zone di pertinenza di Ruoteclassiche, è senz'altro la Bianchi S9 del 1938, che il 25 luglio 1943 trasportò Benito Mussolini da Villa Savoia fino alla caserma Pogdora a Trastevere, con l'accompagnamento a bordo di cinque Carabinieri, due dei quali in borghese.

Ambulanze storiche. Interessante anche la presenza di una Lancia Ardea del 1950, proveniente dal Museo della Croce Rossa italiana di Campomorone (GE), così come di una Fiat 600 Multipla D del 1962, veicolo piuttosto raro della Croce Rossa Italiana, portato da Comando provinciale di Bergamo, e di un più moderno Volkswagen T2.

La "Gazzella" per eccellenza. Quanto alle forze dell'ordine, non passa inosservata un'icona che ha fatto la storia dei Carabinieri, celebrata in situazioni operative, come in innumerevoli film "Poliziotteschi" degli anni Sessanta e Settanta, emblema stesso delle "Gazzelle" dell'Arma: un'Alfa Romeo Giulia nella livrea bianca e blu che è subentrata alla primissima "divisa" verde opaco.

Condividi
COMMENTI