anniversari

News / Personaggi
07 maggio 2018

Settant'anni Land Rover, siamo stati al "party"

“Le dice qualcosa il nome di David Attenborough?” chiede un uomo molto anziano, dagli occhi sempre un po’ commossi. “Forse il più grande documentarista del secolo” lo rassicuro io. “Proprio così. Tornato dalla Londra-Singapore sono diventato un suo discepolo, e ho girato il mondo con la BBC per... sessant’anni?”. Anche questo succede al settantesimo compleanno della Land Rover, nell’hangar bianco e argento (il più grande al mondo, nel suo genere) dove si custodiscono cinquecento reliquie a quattro ruote e i fantasmi tornano in vita. Alcuni in alluminio e ferro, altri in carne e ossa. Il signore dagli occhi commossi è Tim Slessor, uno dei sei “bravi ragazzi” che nel 1955 partirono da Cambridge e Oxford su due “88 pollici Serie 1” e raggiunsero - aprendo una via mai tentata - la lontanissima Singapore. Sei mesi di viaggio, momenti da brivido tra Calcutta e la Malesia. Cinque studenti di college e un giovane meccanico che - ricorda il futuro regista -...
Redazione Ruoteclassiche
News
11 aprile 2018

[Anniversari] 30 anni di cinture di sicurezza

Data storica per la sicurezza stradale: esattamente trent’anni fa, l’11 aprile 1988, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana compariva il decreto che stabiliva l’obbligo di montare (e di utilizzare) le cinture di sicurezza sulle auto degli italiani In Italia tuttavia, ancora oggi, c’è chi fa fatica a “digerirle”. Le statistiche parlano chiaro: il mancato utilizzo delle cinture è tra le infrazioni più comuni commesse dagli automobilisti del Bel Paese. E, sarà un caso, a usarle poco e mal volentieri, specie nei tragitti brevi, sono proprio i conducenti dei veicoli più datati. A inventare questo dispositivo – da solo in grado di ridurre del 40% le vittime di incidenti stradali – fu, nel 1959, Nils Bohlin, mentre la prima Casa automobilistica a prevedere le cinture di serie fu la Volvo. Un’invenzione così straordinaria che l’ufficio brevetti tedesco l’ha inserita tra le otto più impattanti sulle sorti dell’umanità. A partire dai primi anni 60, infatti, si stima che le vite salvate dall’uso delle cinture di sicurezza...
Redazione Ruoteclassiche
Eventi / News
27 marzo 2018

[Introvabili] La shooting brake secondo Audi

All'interno del progetto "From 0 to 100" l'Audi museum mobile - punto cardinale imprescindibile per ogni appassionato del marchio di Ingolstadt - ha previsto, dal 28 marzo al 24 giugno, una rassegna dedicata all'Audi 100. Una quindicina di Audi 100, a meno che non vi rechiate chissà dove in Germania per un improbabile raduno riservato al modello, è difficile che riuscirete mai a vederle tutte insieme. Questo, di per sé, dovrebbe bastare per convincervi a mettere in agenda un weekend in Baviera, tappa obbligatoria - manco a dirlo - il museo Audi di Ingolstadt. Qui infatti, nella Mecca dei quattro anelli, troverete esattamente quindici esemplari di Audi 100, accuratamente selezionati dagli uomini di Audi Tradition, la divisione che si occupa della tutela e della diffusione del patrimonio storico del marchio. Cinque volte vincitrice del premio "Golden Steering Weel" e nominata due volte "Auto dell'anno", l'Audi 100 - prima grande berlina della storia con carrozzeria completamente galvanizzata e trazione integrale permanente "quattro" - ha segnato un punto di svolta nella storia...
Redazione Ruoteclassiche
News
13 marzo 2018

Anniversari, l'Anas compie novant'anni

L’Ente che forse più di ogni altro ha contribuito alla rinascita e allo sviluppo economico dell’Italia celebra il suo novantesimo compleanno con una mostra fotografica itinerante che ripercorre la storia del nostro Paese dal 1928 a oggi. Era il 17 maggio 1928 quando il governo Mussolini varò una legge per la costituzione dell’AASS (Azienda Autonoma Statale della Strada) con lo scopo di “depolverizzare”  le strade italiane in gran parte ancora allo stato di “mulattiere” e dare al Paese le infrastrutture necessarie per avviare lo sviluppo economico. Sono passati 90 anni da allora e l’Anas (nel 1946 l’AASS viene soppressa e al suo posto viene costituita l’Azienda Nazionale Autonoma delle Strade Statali e successivamente l’Azienda Nazionale Autonoma delle Strade) che oggi è una Spa controllata dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, ha deciso di celebrare questo importante compleanno con una mostra itinerante. Con il titolo “Mi ricordo la strada” la mostra ripercorre la storia d’Italia attraverso le immagini di 10 grandi...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
05 febbraio 2018

Porsche, tutti gli eventi per i 70 anni di un mito

La prima Porsche nasce l’otto giugno 1948: è una 356 Roadster. Comincia allora la storia di un marchio prestigioso che quest’anno celebrerà i suoi primi 70 anni con una serie di iniziative che coinvolgeranno gli appassionati di tutto il mondo. Ecco il calendario degli eventi principali. Si parte il tre febbraio da Los Angeles, dove all’interno del Petersen Automotive Museum si inaugurerà “The Porsche effect”, una mostra che esporrà una cinquantina di Porsche rappresentative della produzione del marchio. Dal 20 al 31 marzo presso il “DRIVE, the Volkswagen Group Forum” di Berlino si terrà la mostra “70 anni di auto sportive Porsche”, con una esposizione di modelli che immaginiamo storica. Anche il Museo Porsche non mancherà di celebrare il 70° compleanno con una apertura speciale il 9 giugno. In quello stesso giorno in ogni sede Porsche del mondo tutti i porschisti saranno invitati allo “Sports Car Together Day”, una sorta di festa collettiva universale che cade nella settimana del compleanno....
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
03 febbraio 2018

Quando la Passat guardava al futuro

Compie 35 anni la prima Passat familiare a trazione integrale. Era il 1983 e da allora per la Passat Variant 4x4 è stato un susseguirsi di sviluppi tecnologici e di successi commerciali. Inizialmente chiamato Tetra, il sistema di trazione integrale Volkswagen modificò il nome prima in Syncro e successivamente in 4Motion. Nella primavera del 1983, al momento della presentazione, la scelta del nome “Tetra” (che in greco significa quattro) aveva provocato qualche ironia verso una Casa automobilistica che in listino aveva già un modello di nome Jetta. Scongiuri a parte, la Passat Variant Tetra (con differenziale centrale e ripartizione della coppia 50:50) aveva colpito per la qualità della tenuta di strada che il suo sistema di trazione integrale permanente le consentiva di avere sui terreni impervi, soprattutto in curva. All’epoca la formula della station wagon a trazione integrale era ancora una novità assoluta nel settore delle familiari e rappresentava il tentativo da parte delle Case di cercare sbocchi per nuove...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
28 agosto 2017

70 anni di 202: un raduno internazionale per la Cisitalia più celebre

Un marchio glorioso, dalla vita travagliata, autore di splendide e rarissime auto che intersecano la storia dell'automobilismo come pochi, festeggia la sua vettura più famosa. Ecco i dettagli del Raduno che dal 1 al 3 settembre vedrà riunite vetture provenienti da tutto il mondo. Una tre giorni di full immersion nel mondo Cisitalia: l'appuntamento è italianissimo e sul mare, vicino alla terra dei motori nella riviera romagnola, ma a celebrare degnamente i 70 anni di Cisitalia 202 c’è un ricco programma che partirà da Ferrara, con la targa tributo al progettista e designer Giovanni Savonuzzi, e proseguirà fino a domenica tra Cervia, Milano Marittima, San Leo, Savignano sul Rubicone e Gambettola, tra discussioni di appassionati e collezionisti su presente, passato e futuro di uno dei marchi più gloriosi della storia automobilistica tricolore (e non solo). Del resto in meno di una decina d'anni tra il 1946 e i primi anni '50 la storia Cisitalia si è intersecata con il mondo...
Redazione Ruoteclassiche
Auto
07 agosto 2017

Marchi scomparsi: la storia della Auburn

Tutto era cominciato nel 1900 e finito esattamente 80 anni fa, nel 1937. La storia della Auburn Automobile Company oggi potrebbe essere classificata come un particolare caso economico  di spin-off familiare: un’azienda che, prendendo ispirazione da un’esperienza imprenditoriale familiare, assume poi una sua completa autonomia. Frank e Morris Eckart sono i figli di Charles Eckart, che una generazione prima, nel 1875, fonda in Indiana la Eckart Carriage Company. I due giovani sono appassionati ideatori di automobili innovative e invece di andare a lavorare nell’azienda di papà, decidono di fondarne una da soli: così nasce la Auburn Automobile Company, che prende il suo nome da quello della città in cui si trova, Auburn,  e assorbe presto due imprese artigiane  locali del settore.  Oggi si trova lì l'Auburn Cord Duesenberg Automobile Museum. Il primo modello Auburn viene prodotto nel 1904  e si chiama Auburn Model A. Costa 1000 dollari , pesa 680 chili, ed è un'auto da turismo, per due o quattro...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
31 luglio 2017

Luglio 1977: inizia l'avventura Renault in F1

Sono quarant'anni che Renault, o in prima persona o come fornitore, è tra i protagonisti della massima formula sportiva automobilistica. Ecco la storia dell'impegno della Casa francese con le monoposto, dagli esordi del primo motore turbo della F1 all'ibrido di oggi. La storia dell'impegno di Renault nelle corse obbliga a un lungo salto nel passato. I fratelli Renault, Louis, Marcel e Fernand, fondarono ufficialmente l'azienda nel 1899 (ma la prima Renault, la 1 Cv, aveva compiuto il primo test il 24 dicembre dell'anno prima) mettendo insieme un ottimo team: Louis, valente ingegnere, avrebbe pensato a "creare" automobili mentre gli altri due si sarebbero occupati del business. Dopo l'iniziale apporto dei motori De Dion-Bouton, nel 1903 la Casa iniziò a progettarsi e costruirsi in proprio i propulsori. I fratelli iniziarono presto a capire l'importanza della cassa di risonanza offerta dalle corse. Così Louis e Marcel si fecero conoscere nel neonato settore delle competizioni con un certo successo. Marcel, tuttavia, morì tragicamente...
Alvise-Marco Seno
Auto / News
25 luglio 2017

100 anni fa la prima Lincoln

Compie cento anni la Lincoln Motor Company, oggi divisione di lusso della Ford, chiamata così in ricordo del presidente americano Abramo Lincoln. Veniva infatti fondata da Henry Martyn Leland insieme al figlio Wilfred nell’estate del 1917, durante la prima guerra mondiale, per produrre motori aeronautici Liberty. Leland porta però con sé l’esperienza della Cadillac, di cui era stato uno dei fondatori:  alla fine del conflitto infatti la Lincoln inizia a produrre automobili di lusso. Le cose non vanno bene: solo 150 auto prodotte, poi nel 1922 la dichiarazione di bancarotta e l’acquisto dell’azienda da parte della Ford. Cambio di rotta: diminuiscono i prezzi, qualche modifica nelle vetture e nel solo 1922 vengono vendute 5512 auto. Un successo. L’anno successivo si moltiplicano i modelli: berline a quattro porte e  a sette posti,  e splendide limousine, a cui si aggiungono poco dopo le Police Flyers, le auto dei dipartimenti di polizia, con  vetri antiproiettile e tergicristalli elettrici. Un decennio dopo vengono introdotti...
Redazione Ruoteclassiche
Carica altri articoli