investimenti

News
19 febbraio 2018

Bitcar, arriva la criptovaluta per le classiche

Da Singapore una nuova iniziativa unisce le monete virtuali con la possibilità di investire in piccole parti di costose supercar. Sarà un successo o una bolla destinata a sgonfiarsi rapidamente? Le operazioni di raccolta fondi sono partire a fine gennaio, non proprio un timing perfetto considerando che, dopo i massimi toccati a dicembre, le criptovalute stanno rapidamente calando sotto i colpi della speculazione e di varie perplessità. Occorre registrare però che è nata una nuova forma di investimento sulle auto classiche legata alle monete virtuali e al concetto blockchain: Bitcar. Si tratta di una iniziativa, basata a Singapore e soggetta alle leggi del luogo, a cura di alcuni manager già esperti in criptovalute, che si propongono di creare sia una nuova moneta (il Bitcar) ma anche un mercato o sarebbe meglio dire una piattaforma di scambio in cui utilizzare le monete virtuali per acquistare quota parte di prestigiose supercar. Quindi il cuore dell'iniziativa, oltre alle criptovalute, è legato proprio alla...
Redazione Ruoteclassiche
News
10 febbraio 2018

Investimenti, da Parigi un nuovo fondo per le classiche

Da Rétromobile arriva la notizia del lancio di un nuovo fondo destinato alle auto classiche. Pensato da esperti del settore, rappresenta un altro segnale di interesse e sviluppo del mercato per investitori e collezionisti Direttamente dalla manifestazione francese ecco l'annuncio dell'arrivo di un nuovo fondo destinato alle auto classiche. A idearlo e proporlo una società (Art & Motion) basata in Lussemburgo. L'assunto di partenza è il solito che, ultimamente, ha portato all'annuncio di molte iniziative finanziarie legate alle storiche: da una parte la crescita record del mercato e dall'altra una serie di ragioni. Prima fra tutte, quella di dare la possibilità, a chi lo desidera, di investire in beni da collezione legati alla passione, in modo diverso dal mero possesso, sgravandosi di tutte le problematiche legate alla gestione ma non solo. Un'altra buona ragione è quella di offrire a investitori professionali che gestiscono patrimoni liquidi di famiglie e privati la possibilità di allocare una parte di risorse su beni rifugio...
Redazione Ruoteclassiche
News
17 gennaio 2018

Baby Boomer vs Millennial: rischi e opportunità per le auto classiche

Rarità, valore storico e sportivo ma anche il ruolo e le passioni delle singole generazioni possono influire in futuro su valore e tipologia dei beni da collezione, auto comprese? Se lo domandano in molti. Anche il New York Times. La contrapposizione tra generazioni riguarda non solo orientamenti politici e scelte di vita, ma spesso la disponibilità economica, i gusti e i metodi di consumo. Il confronto più immediato riguarda i Baby Boomer, ovvero i figli del dopoguerra che hanno vissuto il boom economico, e quelle successive: Generazione Y, X e Millennial. I Baby Boomer rappresentano ancora una parte molto importante dell’economia e il New York Times nel corso del 2017 ha pubblicato un articolo domandandosi cosa ne sarà dei loro beni da collezione: non è detto che le generazioni successive, che ad esempio hanno meno case o sono più “nomadi”, seguano gli stessi usi e costumi fatti di “accumulo” e conservazione, sia di case che di oggetti. Naturale domandarsi se...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
08 gennaio 2018

Comprare 30 azioni di una Testarossa? Ora è possibile

Una innovativa forma di fintech prova a creare un mercato azionario di auto classiche. Si chiama RallyRD, ha sede a New York e si sottoscrive via app. Avrà successo? Fondi che investono in auto classiche esistono da tempo ma una app che sembra uscita dai sogni fin tech e che rende possibile acquistare un certo numero di azioni di un esemplare di Porsche Speedster piuttosto che di Ferrari Testarossa o Ford Mustang d'antan non si era vista mai. Almeno fino al giorno del ringraziamento 2017, quando RallyRD, questo il nome della società e della app già scaricabile per iPhone, ha iniziato ad essere operativa. Il principio alla base di questa nuova forma di investimento nelle auto classiche è semplice nella sostanza, ovvero rendere possibile l'acquisto anche di piccole "quota parte" di costose auto classiche suddividendone il valore in azioni da vendere a differenti proprietari. Tutto direttamente online via app. La pratica, invece, ha richiesto la raccolta di finanziamenti per la start-up: 2,5 milioni dollari, la creazione di...
Redazione Ruoteclassiche
News
02 dicembre 2017

Mercato delle storiche, "Top Lot" o "Small Cap"?

Nonostante lievi flessioni dell’ultimo decennio le auto classiche sono ancora al top nella classifica degli investimenti di beni di lusso. In base ai dati Axa Art e Ademy solo i gioielli hanno fatto meglio. Ma ci sono molte differenze, determinate dal valore o dalla tipologia di auto. L’ultimo report di Axa Art (basato su dati Ademy) che registra tutte le transazioni legate alle aste degli ultimi dieci anni non lascia spazio a dubbi: nonostante una lieve flessione dell’anno in corso le auto classiche rimangono tra i migliori investimenti nel settore dei beni di lusso, con un eloquente +192%. Solo i gioielli sulla stessa base temporale hanno fatto meglio ma occorre tenere conto, confrontando due tipologie di beni da collezione molto diversi, che in quest’ultimo caso a determinare oscillazioni nella forchetta di prezzo possono anche essere i valori dei materiali preziosi come oro e diamanti. Per le auto il picco massimo di crescita, avvenuto nel 2015, sta ora lasciando spazio a...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
30 ottobre 2017

Mercato, andamento lento per le classiche

L'ultimo report Knight Frank evidenzia una crescita debole nel primo semestre. Le classiche cedono il passo a vino e altri beni da collezione. In calo moderato anche Ferrari, Porsche e Mercedes. Dopo anni di crescita record a doppio digit (percentuali a doppia cifra) le auto classiche confermano la tendenza del 2016 e rallentano anche nel 2017: in base ai dati rilasciati nell'ultimo report dell'operatore immobiliare Knight Frank, che periodicamente aggiorna il suo “Luxury index” confrontando un paniere di vari beni, nei primi 6 mesi il valore medio è cresciuto solo del 2%. Un dato che, se non ci saranno grandi scostamenti nel secondo semestre dell'anno, porterà a un nuovo ribasso rispetto al 2016, quando la crescita su base annua si era fermata al 9%, già in deciso calo rispetto al 16% del 2015. Oltre ai freddi numeri poi ci sono i confronti con altri beni da collezione: le auto d'epoca avevano perso la leadership già nel 2016, cedendo il primato dei beni da collezione con più...
Redazione Ruoteclassiche
News
02 maggio 2017

Nuove tendenze, il vino da collezione batte le auto classiche

Le auto classiche rimangono il bene da collezione che si è rivalutato di più negli ultimi dieci anni, ma nel 2016 il vino ha fatto meglio. Dati e tendenze tutte da interpretare in un mercato sempre più selettivo e globale. Puntuale come ogni anno arriva il Knight Frank Luxury Index a misurare andamento e tendenze dei grandi patrimoni degli individui con una ricchezza superiore ai 30 milioni di dollari. Stiamo parlando di 193.490 persone con grande potere di acquisto e di 2024 con un patrimonio di oltre 1 miliardo di dollari, numero raddoppiato negli ultimi 10 anni. Come sempre, il lungo report che raccoglie numeri, sondaggi e pareri di esperti lungo le 68 pagine fitte di dati, fotografa l’andamento dei beni di lusso da collezione non solo degli ultimi 12 mesi ma pure degli ultimi 10 anni. Andando sui freddi numeri quest’anno la notizia è doppia: tra beni come francobolli, monete antiche, arte, diamanti, mobili antichi e molti altri quest’anno...
Redazione Ruoteclassiche
News
21 aprile 2016

Auto classiche meglio di quadri, monete antiche e vini pregiati

Patrimoni e collezioni: anche l'anno scorso le auto classiche in testa alla classifica delle rivalutazioni. Crescita meno forte che in passato ma su scala decennale siamo al +490%. E in futuro la globalizzazione dei collezionisti e dei gusti potrebbe creare nuove tendenze... Anche nel 2015 le auto classiche hanno battuto la concorrenza di arte, monete antiche e altri beni da collezione come per esempio i vini d'annata. Le classiche (vedi tabella) hanno fatto registrare nell'anno appena passato un robusto +17%, dato meno elevato rispetto alle crescite record degli anni scorsi ma comunque in “doppia cifra”, o double digit come amano dire gli esperti di finanza.  Una crescita di tutto rispetto anche se confrontata con quella degli andamenti dei mercati azionari. Tornando ai beni di lusso e da collezione, a fotografare l’andamento ci ha pensato la decima edizione del Knight Frank Luxury Investment Index, società che opera nel settore degli investimenti immobiliari, che registra ogni anno le tendenze globali legate ai...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
18 agosto 2015

Bloomberg: attenzione a investire in auto storiche!

E se le classiche non fossero un buon investimento? A buttare il sasso nello stagno un articolo di Bloomberg che, pur non negando la rivalutazione di alcune auto e marchi, sostiene che in questo mercato ci siano più luci che ombre, allontanandosi dal coro dei facili entusiasmi e invitando a guardare oltre gli annunci di valutazione record. Auto classiche, rivalutazione continua, investimento sicuro e pezzi contesi a colpi di rilanci milionari nelle aste ai quattro angoli del globo. E ancora: concorsi di eleganza sempre più affollati, fondi di investimento specializzati nelle classiche e mercato frizzante anche per chi, magari, ha solo qualche decina di migliaia di euro, vedi il recente caso dell'Inghilterra dove in molti starebbero investendo una quota dei fondi pensione in auto vintage o youngtimer di sicura (sulla carta) rivalutazione (leggi qui). Eppure, in barba a statistiche che provano la rivalutazione delle auto d'epoca con percentuali superiori alle opere d’arte piuttosto che all'antiquariato, e con rivalutazioni ben oltre...
Redazione Ruoteclassiche