lancia stratos

Auto
01 giugno 2018

Quando Lancia e Fiat dominavano le corse

Per una Lancia campione del mondo con la Stratos nel 1972, 1974, 1975 e 1976 rispondeva una Fiat con la 131 Abarth nel 1977, 1978 e 1980. I due marchi italiani si contendevano il primato assoluto nei rally, ma era una lotta fratricida perché entrambi appartenevano al Gruppo torinese. Ecco perché, nel 1978, venne creata una squadra corse unificata, sotto l’egida dell’Ente per l’Attività Sportiva Automobilistica (A.S.A.): un nuovo dipartimento – con sede in corso Marche, a Torino, nei locali dell’Abarth – dove vennero uniti i reparti sportivi di Fiat e Lancia coordinati da una struttura organizzativa capace di favorire la completa identificazione tra i successi agonistici e quelli industriali e commerciali. La responsabilità dell’A.S.A. andò nelle mani di Cesare Fiorio, mentre Daniele Audetto divenne il direttore sportivo della squadra unificata; sopra di loro c’era un Comitato per l’Attività Sportiva Automobilistica, presieduto da Nicola Tufarelli (all’epoca direttore del Settore Automobili del Gruppo Fiat) e composto da Renzo Avidano, Oddone Camerana,...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
10 febbraio 2018

New Stratos: torna un mito ma farà discutere

Non sarà una Lancia e nemmeno una replica, ma una reinterpretazione basata su un concept non ufficiale presentato nel 2011. Frutto dell'accordo tra MAT e un imprenditore tedesco sarà costruita in 25 esemplari. Il debutto a Ginevra, a prezzi e motore ancora ignoti Nel 2011 aveva fatto scalpore e ora uno scarno comunicato congiunto rilasciato da Manifattura Automobili Torino (MAT), società torinese specializzata nello sviluppo e produzione di serie limitate che ne ha acquisito i diritti di riproduzione, e New Stratos Gbr annuncia il ritorno della Stratos. O di qualcosa che gli assomiglia molto. Non si tratta di una replica e neppure di una Lancia ufficiale, l'auto sarà basata sul concept del 2011 ideato dall'imprenditore tedesco Michael Stosheck e costruita all’epoca in esemplare unico da Pininfarina. Ora, in virtù dell'accordo firmato dallo stesso imprenditore con la Manifattura Automobili Torino, la New Stratos (questo il suo nome) torna a nuova vita. Il comunicato parla di 25 esemplari che però saranno ampiamente personalizzabili perché sono previste almeno tre...
Redazione Ruoteclassiche
News / Personaggi
05 febbraio 2018

Quattro chiacchiere con Nicola Materazzi (video)

Nel 2017, in occasione del nostro trentennale, assoluti protagonisti dell'annata sono stati i car designer; quest'anno saranno sei grandi nomi legati alla tecnica e allo sviluppo di modelli stradali e da competizione che hanno fatto la storia (non solo nazionale) dell’automobile; personaggi rimasti spesso nell'ombra - dei paddock, dei box, delle sale prova motori, sulla soglia delle gallerie del vento - ma capaci comunque di creare innovazioni importanti in ambito ingegneristico. Il primo di loro è l'ingegner Nicola Materazzi, di cui compare un'articolata intervista sul numero di febbraio di Ruoteclassiche; dalle sue mani sono passate sportive iconiche e senza tempo, come la Lancia Stratos e le Ferrari F40 e 288 GTO (qui in un test a test video con la Testarossa). Ruoteclassiche lo ha incontrato nella sua Sapri, incantevole cittadina sul mare ai confini tra Campania e Basilicata. Della figura del progettista spiega: "È colui che è in grado di progettare una vettura intera. L’ho preteso prima di tutto da...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
25 ottobre 2017

In pista a Balocco l'italianità dell'automobile

Quasi 50 auto storiche, rigorosamente italiane, si sono date appuntamento, lo scorso weekend, al Balocco Proving Ground di FCA Group per la ventitreesima edizione della Club Italia Cup, una giornata dedicata alla passione per i marchi di Casa nostra e alla competizione. Due le formule andate in scena: la velocità e la regolarità, con la Coppa delle Dame a dare il giusto peso alle quote rosa. Pochi sodalizi, nel nostro Paese, hanno la capacità di rappresentare in modo così significativo il valore della storia dell'automobile italiana come il Club Italia. Vuoi per l'esclusività (negli anni vi hanno aderito personaggi come l'ingegner Mauro Forghieri, l'attore Renato Pozzetto o il rallysta Gino Macaluso), vuoi per le condizioni di ingresso (è necessario dimostrare di possedere una collezione di vetture storiche prodotte in Italia di alto lignaggio storico e collezionistico), vuoi per le iniziative intraprese in campo automobilistico (negli anni 90, in accordo ufficiale con Lancia, si è fatto dedicare una serie speciale - 15 esemplari -...
Alvise-Marco Seno
Auto / News
10 ottobre 2016

Rally Legend, tragica fatalità

Avrebbe potuto essere il weekend perfetto. L'edizione numero 14 del Rally Legend, con 160 automobili dagli anni 70 a oggi, si stava concludendo alla grande nonostante la pioggia. Ieri mattina, verso mezzogiorno, durante una delle ultime prove speciali cittadine a San Marino, una Renault Clio Maxi è uscita di strada piombando sulla folla. Un commissario ha perso la vita e circa una decina di spettatori sono stati feriti. Gara doverosamente sospesa e annullamento di tutte le cerimonie di premiazione. La direzione gara ha parlato di un errore dell'equipaggio a cui si è aggiunta la tragica fatalità. Il Rally Legend 2016 ha dovuto concludersi anzitempo a causa di un incidente mortale verificatosi ieri, domenica, nella tarda mattina durante la Prova Speciale San Marino 1. La corsa, bloccata dall'organizzazione, si trovava nelle sue battute finali. C'erano tutti gli ingredienti per fare del 14esimo Rally Legend un'altra edizione da record, sia come presenze di vetture e piloti, sia per l'affluenza di pubblico. Il minuto "regno"...
Alvise-Marco Seno
News / Personaggi / Regolarità
07 ottobre 2016

Rally Legend 2016: al via la 14^ edizione

Da oggi e fino a domenica 9 ottobre, la Repubblica di San Marino sarà il centro della passione rallystica d'Europa. Il Rally Legend 2016, giunto alla sua 14esima edizione, è un vero festival della disciplina, che promette e cercherà, come sempre, di appagare la grande passione del suo pubblico. È partito oggi (il via è stato dato alle 19) il Rally Legend 2016: 160 macchine da rally, dagli Anni 70 alle vetture moderne; circa 60 piloti stranieri e 18 nazioni rappresentate. Lancia schiera ben 19 Delta Integrale, sei esemplari di 037 e cinque S4, oltre a due Stratos e una Fulvia. Ci saranno, poi, cinque Audi Quattro, otto Ford Escort, nove Bmw M3 e le Fiat 131 Abarth, cinque le Porsche. Attesi i più famosi piloti degli ultimi 40 anni. Otto sono le Volkswagen Golf presenti, vettura di cui si celebrerà, a Rallylegend, il 40° anno dal debutto nei rally Al centro del weekend il rally riservato alle più amate...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
28 giugno 2016

Zenith World Stratos Meeting, rombante festa a Biella

Si è tenuto sulle strade della provincia di Biella, in concomitanza con il Rally della Lana storico, lo Zenith World Stratos Meeting, un raduno mondiale di Lancia Stratos. Quarantatre Lancia Stratos rigorosamente originali (alle quali si è aggiunta la "New Stratos" di Pininfarina del 2010) tra stradali, Gr. 4 e Gr. 5 hanno trascorso un weekend di guida con oltre 200 chilometri di itinerario. La manifattura di orologi Zenith, partner dell'evento, ha celebrato il meeting con un modello speciale del suo classico cronografo sportivo con movimento ad "alta frequenza" El Primero. Presenti gli uomini più importanti che hanno reso la Lancia Stratos una leggenda. Lo scorso weekend Biella si è riempita di Lancia Stratos ogni più rosea previsione. Quarantaquattro esemplari (43 Lancia Stratos + l'unico esemplare della New Stratos by Pininfarina), tre dei quali schierati nella griglia di partenza del concomitante Rally Storico della Lana e, tra essi, quello dello Zenith El Primero Stratos Team affidato all'ex pilota di F1 Erik Comas, hanno animato lo...
Alvise-Marco Seno
Auto
21 febbraio 2014

Lancia "Stratos" prototipo Bertone 1970

Fantastica come un'astronave, fu una pietra miliare nell'evoluzione stilistica di Bertone. Alta solo 840 mm, è un cuneo perfetto. Per salire a bordo si solleva il parabrezza. Motore centrale. Era impossibile rimanere indifferenti di fronte allo stupefacente prototipo presentato da Bertone in occasione del 52° Salone di Torino (1970) e subito impostosi come la più interessante sorpresa della kermesse torinese. La "Stratos", questo il nome voluto dallo stesso Nuccio, presentava infatti soluzioni stilistiche decisamente innovative, quasi temerarie. All'origine del progetto l'idea di montare il gruppo motopropulsore della Lancia "Fulvia 1,6 HF", un 4 cilindri a V di 1584 cm3 da 115 CV a 6000 giri/min, in posizione centrale su un pianale di nuova concezione. Un ruolo fondamentale in questa scelta lo aveva sicuramente giocato l'eccezionale esperienza professionale maturata al fianco di Ferruccio Lamborghini, un sodalizio dal quale in soli quattro anni erano nate le straordinarie "Miura", "Marzal", "Espada 400 GT", "Jarama" e "Urraco P250". Per non vincolare la mano del...
Redazione Ruoteclassiche
News
24 luglio 2013

Due nuove "storiche" al Mirafiori Motor Village

Anche per il mese di luglio si rinnova il parco d'auto d'epoca ospitato all'interno della mostra permanente inaugurata a maggio al Mirafiori Motor Village di Torino. Ben in vista sono ora collocate una Lancia Stratos HF del 1978 e una Fiat Panda Rock Moretti del 1980. La "Stratos" aveva rivoluzionato il concetto di auto da rally, essendo destinata fin da subito alle competizioni sportive. Il V6 di cui era equipaggiata, derivato dalla Ferrari "Dino", era qui messo in posizione centrale ed era abbinato alla trazione posteriore. Quanto alla "Panda", dove manca di sportività, compensa con l'originalità: si tratta di un esemplare carrozzato dalla Moretti in grado di scoprirsi completamente in poco tempo. La vettura era di proprietà dell'Avvocato Agnelli, e fa ora parte della collezione storica Fiat. Le due automobili, vicine nel tempo quanto lontane nella concezione, fanno ora bella mostra di sé in mezzo ai modelli attuali all'interno di un comprensorio all'avanguardia ricavato da una parte del complesso industriale...
Redazione Ruoteclassiche