Orologi
21 March 2019 | di Paolo De Vecchi

Baselworld, occhi puntati sugli orologi Bell & Ross

Tra le novità attese a Baselworld, il salone internazionale dell'orologeria in programma a Basilea da oggi al 26 marzo, le proposte della maison Bell & Ross.

Dopo il Salone Internazionale dell’Alta Orologeria di Ginevra a gennaio, è ora la volta di Baselworld, il Salone Mondiale dell’Orologeria di Basilea. Nonostante la crisi strutturale del sistema espositivo (non si parla quasi mai di drastica estinzione, ma sicuramente della necessità di rivedere costi e dinamiche), questa storica manifestazione di settore ­- la prima delle molte oggi presenti sulla scena internazionale, nata nel 1917 come fiera campionaria - è quella che raccoglie la maggior parte delle novità dell’industria del tempo soprattutto svizzere, ma anche giapponesi, tedesche e americane, non solo come numero di marche, ma anche e soprattutto per il grande ventaglio di gamma e fascia prezzo.

Il meglio del meglio. A Baselworld si spazia dalle eccellenze elvetiche di colossi come Rolex e Patek Philippe, fino ai nomi che fanno parte di LVMH (TAG Heuer, Zenith, Hublot e Bulgari) e realtà di nicchia come il marchio indipendente Bell & Ross, passando per firme della moda come Gucci e il Made in Japan di Casio, Citizen e Seiko. E a proposito di crisi strutturale del sistema espositivo, quest’anno si nota la mancanza di Swatch Group e del suo grande raggruppamento di marchi (da Breguet a Rado, passando per Omega, Tisson e Longines, tanto per citarne qualcuno), che ha preferito organizzare a maggio (dal 14 al 16) un proprio salone privato.

L'orologio. Una delle anticipazioni più interessanti, dal punto di vista stilistico e d’immagine, viene appunto da un marchio giovane e indipendente come Bell & Ross, che fin dal 2005 ha puntato sull’ispirazione al mondo dell’aviazione, da sempre importante punto di riferimento per l’orologeria. Prendendo come modello la strumentazione della plancia di comando degli aerei, generalmente di forma quadrata e che quindi si poteva facilmente e con successo smarcare dalla tradizionale forma tonda degli orologi. Questa volta però, la particolarità estetica che maggiormente colpisce nel modello BR 03-92 MA-1 non è il riferimento, ad esempio, agli altimetri o alle bussole di bordo, ma la scelta di creare un nesso con il “bomber”, il famoso giaccone in uso durante gli anni ’50 ai piloti militari, in materiale sintetico, reversibile e con doppio colore, verde (mimetico) e arancione (di soccorso). Elementi ripresi dall’insieme dell’orologio, in particolare dal cinturino.

Classico moderno. Per il resto, questo segnatempo meccanico a carica automatica, con cassa in ceramica opaca e cinturino in materiale sintetico, riprende la tipica struttura Bell & Ross, con cassa quadrata, viti di fissaggio ai quattro angoli e con inscritto un quadrante circolare. Le indicazioni, sempre di chiara e immediata leggibilità, sono ancora una volta un riferimento al rigore funzionale richiesto, per ovvie ragioni, alla plancia di comando di un aereo. Nel caso del modello BR 03-92 MA-1, il quadrante è realizzato con numeri arabi, di grandi dimensioni e disposti nei punti cardinali e da indicazioni a contrasto, grazie a una doppia lastra sovrapposta e traforata in corrispondenza appunto di ore e minuti. Le lancette a loro volta sono di grandi dimensioni e a forma di freccia.

Condividi
COMMENTI