Auto
30 January 2021 | di Giancarlo Gnepo Kla

Jaguar, la continuation series per i 70 anni della C-Type

Il 70° anniversario della Jaguar C-Type si aggiunge a una lunga lista di ricorrenze che nel 2021 vede Jaguar in prima linea con le celebrazioni. E non poteva esserci modo migliore, se non annunciando una nuova continuation series, per festeggiare un compleanno tanto importante per una vettura che ha segnato la storia del marchio del giaguaro.

La Jaguar C-type è il nuovo progetto continuation di Jaguar Land Rover Classic. Si tratta di vetture costruite a mano con tecniche e specifiche degli anni 50, le cui componenti sono state replicate fedelmente con l’ausilio delle più avanzate tecnologie odierne: un melange con cui la Casa di Coventry celebra il suo glorioso passato sportivo.
La C-type è stata prodotta tra il 1951 e il 1953, le sue forme sinuose vennero definite in funzione dell’aerodinamica, seguendo gli studi di Malcom Sayer: una leggenda del motorismo britannico. Questa affascinante roadster, debuttò alla 24 Ore di Le Mans e vinse l’estenuante edizione del 1951 segnando la prima delle sette importanti vittorie che Jaguar ha collezionato nella gara di durata per antonomasia. Un successo che la Jaguar ha replicato due anni dopo, alla 24 Ore di Le Mans del 1953.
La Jaguar C-Type è ricordata anche per essere stata la prima automobile da competizione a montare i freni a disco: nel 1952, la nuova auto da corsa adottò un rivoluzionario impianto frenante, sviluppato da Jaguar in collaborazione con la Dunlop. La C-Type fu quindi la prima vettura dotata di freni a disco a vincere un Gran Premio, nello specifico quello di Reims (Francia), con Stirling Moss al volante. Nel ricco palmares della C-Type vanno annoverate anche le vittorie dei team privati, che contribuirono a consacrare Jaguar vicecampione nell’edizione inaugurale del Campionato Mondiale per vetture (Sport World Sportscar Championship).

Il modello. La Jaguar C-type degli anni 50 venne costruita in 53 esemplari e di questi, 43 furono venduti a dei privati. Le prime auto della serie prevedevano un motore sei cilindri in linea da 3,4 litri con carburatori doppio corpo SU, che erogava una potenza di 200 CV. I primi esemplari, inoltre, montavano i freni a tamburo: gli stessi montati sulle nuove C-Type Continuation. Nel 2022, verranno costruiti otto nuovi esemplari con le specifiche tecniche della C-Type che portò alla vittoria il Team Jaguar alla 24 Ore di Le Mans del 1953. Queste vetture, ancora più speciali, saranno equipaggiate con un propulsore sei cilindri in linea da 3,4 litri, in questa configurazione il motore è abbinato a carburatori Weber 40DCO3 e capace di 220 CV. Su queste auto verrà montato l’impianto frenante con freni a disco.
Il direttore del reparto Jaguar Classic Director, Dan Pink ha dichiarato: “Il nostro brand è da sempre sinonimo di design e innovazione ingegneristica. La C-type ha posto le basi per il successo della Jaguar nelle competizioni endurance, contribuendo alla sua affermazione anche in ambito tecnico”. E prosegue: “A 70 anni dal debutto della C-Type, Jaguar Classic è orgogliosa di poter utilizzare le più recenti tecnologie di progettazione e le eccezionali abilità artigianali per continuare a produrre quest’auto leggendaria. Un capolavoro meccanico che dedichiamo a una nuova generazione di collezionisti, molto appassionati e competenti”.

Tra vintage e alta tecnologia. Basandosi sull’esperienza acquisita con i precedenti programmi Jaguar Classic Continuation, dedicati alle E-Type Lightweight, XKSS e D-Type, gli ingegneri di Jaguar Classic sono partiti dai disegni tecnici e dalle foto d’archivio. Tutta la documentazione originale è stata redatta dal team che 70 anni fa ha sviluppato la C-Type: Malcolm Sayer, gli ingegneri William Heynes, Bob Knight e Norman Dewis. E per la realizzazione delle di tutte le componenti della vettura sono stati incrociati i dati e le misure progettuali di riferimento, con la scansione di una Jaguar C-Type reale. L’elaborazione delle immagini, convertite in file 3D con la più recenti tecnologie CAD, ha consetito di dar vita alle nuove C-type col più elevato livello di autenticità possibile, assicurando l’accuratezza delle specifiche tecniche dell’epoca.

Nata per correre. Nella definizione di questo specifico programma Continuation Series, la tecnologia CAD ha raggiunto un livello ancora più elevato per consentire al cliente di visualizzare in anteprima l’aspetto della sua C-Type Continuation Series. Attraverso un configuratore online appositamente progettato, per la prima volta Jaguar Classic è in grado si possono scegliere le varianti cromatiche e le diverse finiture disponibili, tra 12 tinte originali per l’esterno e otto tappezzerie per l’interno. Sono disponibili anche le decalcomanie tonde in stile racing, lo stemma per il volante e quello per il cofano. Tra le opzioni: il sistema di ritenuta Harness Retention System (approvato dalla FIA) e un rollbar di protezione in caso di ribaltamento. Sul sito sono consultabili tutti gli approfondimenti sulla gamma di vetture, servizi, componenti ed esperienze offerte da Jaguar Classic.
Le nuove Jaguar C-Type non sono state pensate per fare bella mostra di sé nelle collezioni dei facoltosi proprietari: si tratta di auto nate per correre. Inoltre, queste Contnuation Series sono già idonee e iscrivibili nelle competizioni sportive riservate alle auto storiche. Più chiaro di così…

Condividi
COMMENTI