Lamborghini Miura

News
12 aprile 2018

[Celebrity cars] Rinasce la Miura di Rod Stewart

Un appassionato ha affidato al Polo Storico Lamborghini il restauro della Miura appartenuta al celebre cantante britannico Rod Stewart. Supercar e rockstar degli anni 70 sono le parole chiave per leggere il restauro portato a termine dal Polo Storico Lamborghini che vede protagonista una Miura appartenuta a nientemeno che Rod Stewart. Una vettura che nel corso della sua carriera trasformista ha subito diversi "cambi di pelle" e che solo adesso torna alla sua forma originale, certificata dagli uomini della Casa del Toro dopo oltre 2000 ore di lavoro. La storia di questa Miura inizia nel 1971, quando il cantante inglese decide di regalarsela per festeggiare il successo del singolo Maggie May. Una canzone da record  che lancia la sua carriera da solista e sale alla ribalta delle classifiche in Inghilterra, Stati Uniti e Australia. Come da record erano - e sono ancora oggi - le prestazioni della sua Miura, di un bianco immacolato e rigorosamente con guida a destra - al momento Rod Stewart viveva infatti nel Regno Unito. L'auto,...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
25 ottobre 2017

In pista a Balocco l'italianità dell'automobile

Quasi 50 auto storiche, rigorosamente italiane, si sono date appuntamento, lo scorso weekend, al Balocco Proving Ground di FCA Group per la ventitreesima edizione della Club Italia Cup, una giornata dedicata alla passione per i marchi di Casa nostra e alla competizione. Due le formule andate in scena: la velocità e la regolarità, con la Coppa delle Dame a dare il giusto peso alle quote rosa. Pochi sodalizi, nel nostro Paese, hanno la capacità di rappresentare in modo così significativo il valore della storia dell'automobile italiana come il Club Italia. Vuoi per l'esclusività (negli anni vi hanno aderito personaggi come l'ingegner Mauro Forghieri, l'attore Renato Pozzetto o il rallysta Gino Macaluso), vuoi per le condizioni di ingresso (è necessario dimostrare di possedere una collezione di vetture storiche prodotte in Italia di alto lignaggio storico e collezionistico), vuoi per le iniziative intraprese in campo automobilistico (negli anni 90, in accordo ufficiale con Lancia, si è fatto dedicare una serie speciale - 15 esemplari -...
Alvise-Marco Seno
News / Personaggi
19 gennaio 2017

Paolo Stanzani, genio e rivoluzione

Nello stesso giorno in cui ci ha lasciato Mario Poltronieri il mondo dell’auto piange un altro dei suoi protagonisti. Ecco chi era l’ingegnere che ha partecipato alla realizzazione di alcune delle più belle e innovative auto della storia. A iniziare dalla Miura. “Fare oggi quello che altri faranno domani”. È stata questa in vita la ‘mission’ di Paolo Stanzani (sono parole  sue), uno degli ingegneri più innovativi del mondo automobilistico a partire dagli Anni 60, scomparso ieri, 18 gennaio, all’età di 80 anni (era nato a Bologna il 20 luglio 1936). Con lui se ne va un pezzo di storia del Made in Italy e della Lamborghini in particolare, alla quale ha dedicato gli anni migliori della sua vita professionale. Laureato in ingegneria meccanica nel 1961, viene assunto direttamente da Ferruccio Lamborghini il 30 settembre 1963 con l’intento di affiancarlo all’ingegnere Giampaolo Dallara, allora responsabile tecnico della neonata azienda, in procinto di avviare la produzione della sua prima auto. Ma...
Redazione Ruoteclassiche
Eventi / News
23 giugno 2016

Goodwood Festival of Speed, cosa c'è da vedere

Ventiquattresima edizione del Festival dell'auto per eccellenza all'insegna dei 100 anni Bmw, dei 50 anni Miura, dei 110 anni Lancia, dei 120 anni del Locomotives on Highways Act e di numerose altre ricorrenze. Ecco in linea di massima cosa riserva quest'anno l'appuntamento più seguito dagli appassionati di auto storiche e moderne. È iniziato con un temporale degno della furia di Giove la 24ma edizione del Goodwood Festival of Speed, uno degli appuntamenti annuali da non perdere, se non l’appuntamento per eccellenza del calendario delle manifestazioni per auto storiche e non solo. Da qualche anno infatti il Goodwood FOS richiama anche gli appassionati di auto moderne e le stesse Case automobilistiche (ne sono presenti ufficialmente 31) hanno eletto questo appuntamento come palcoscenico privilegiato per la presentazione delle ultime novità e delle concept più estreme. Il Festival si svolgerà fino a domenica 26 giugno e quest’anno avrà come tema conduttore i 100 anni della Bmw. Alla Casa bavarese è dedicata non a caso...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
07 dicembre 2015

In vendita la Miura usata (forse!) nel film Italian Job (1969)

Questo esemplare, telaio n.3586, è in vendita in Inghilterra da un rivenditore indipendente. Il venditore afferma essere la vettura utilizzata durante le scene d'apertura del film Italian Job girate nell'estate del '68 sul passo del Gran San Bernardo. Ma ci sono alcune "stranezze". Non ci sono solo Steve McQueen con la Ford Mustang Boss in Bullitt, o Dustin Hoffman con l'Alfa Romeo Duetto ne Il Laureato, o l'ispettore Clouseau con la Ferrari 250 GT California ne La Pantera Rosa, o le Aston Martin di 007... Un'altra straordinaria protagonista su ruote della storia cinematografica è la Lamborghini Miura utilizzata per l'inizio del film The Italian Job del 1969. Iain Tyrell, titolare della Cheshire Classic Cars, afferma che l'esemplare che ha in vendita attualmente, telaio 3586, sia esattamente la vettura utilizzata per le scene. Questo esemplare, solo 19.000 chilometri percorsi, è in ottime condizioni di conservazione. Nel 2011 è stato installato un nuovo blocco motore (originale) ed è stata riverniciata. Manca, tuttavia, la...
Redazione Ruoteclassiche
Auto
03 novembre 2015

3 novembre '65: Lamborghini al decollo, Bugatti prossima alla fine

50 anni fa, al Salone dell'Auto di Torino del 1965, la neonata Lamborghini (nata appena due anni prima) presentò la TP400, la meccanica della Miura, prima della stirpe dei Tori super veloci. Il gigante storico Bugatti, ormai l'ombra di se stesso, tentò un ultimo disperato tentativo, con la 101 C Roadster di Ghia, di rilanciarsi. Ma fallì miseramente. Il 3 novembre 1965 si apriva ufficialmente il Salone dell'Automobile di Torino. La rassegna italiana, all'epoca una delle più importanti a livello internazionale grazie alla vivacità della nostra industria automobilistica, presentava al pubblico tante novità. E tra la Fiat 124, la Maserati Mexico, le Lancia Flavia Coupé da corsa e la possente Alfa Romeo TZ2 (fresca vincitrice del rally dei Jolly Hotels con Andrea De Adamich), due nuove proposte davano testimonianza di altrettante avventure automobilistiche, una in ascesa, l'altra in declino: la Lamborghini al decollo, la Bugatti condannata al suo destino. MIURA: UN'AUTO DA CORSA MA STRADALE Lamborghini era poco più di...
Alvise-Marco Seno