retromobile 2018

Aste / News
12 febbraio 2018

Aste a Rétromobile, Artcurial chiude in bellezza

Quasi 32 milioni di euro di fatturato in due giorni e l'86% dei lotti aggiudicati sono i numeri impressionanti della vendita della Casa d'aste francese all'interno della manifestazione Rétromobile. Regina dell'incanto una splendida Bugatti 57C Atalante. Parlare di crisi di mercato di fronte ai numeri raccolti da Artcurial nella sua lunga e corposa vendita parigina distribuita su due giorni pieni farebbe sorridere: le auto in sostanza si vendono, e bene, ma solo se sono associate a un prezzo adeguato. A Parigi 2018 le tre Case d'asta internazionali hanno avuto tutte buoni esiti (vedi anche i risultati di RM Sotheby's e di Bonhams). E tutto ciò nonostante le stime proposte fossero prevalentemente indirizzate sui valori massimi di mercato dei rispettivi modelli. L'intelligenza o la lungimiranza dei vertici di Artcurial, Bonhams e RM Sotheby's è stata quella di scendere a compromessi accettando di aggiudicare numerosi modelli a prezzi inferiori a quelli stimati. I dati ufficiali non sono ancora noti in dettaglio, ma...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
09 febbraio 2018

Bonhams, la rivincita delle "vecchiette"

Scommessa vinta per la Casa d’aste inglese che a Parigi ha proposto e aggiudicato in percentuali elevatissime auto costruite da inizio secolo fino agli anni ’30. Più complicata la vendita delle altre, soprattutto delle italiane da rally. Bonhams gioca d’azzardo puntando una parte consistente del suo catalogo parigino su vetture che gli esperti di mercato giudicano nel migliori dei casi “difficili” da vendere e vince la scommessa. Quasi l’80% delle vetture proposte (costruite da inizio secolo sino alla fine degli anni ’30) sono infatti passate di mano. A prezzi anche molto interessanti, in particolare per la splendida collezione di 20 vetture marchiate Minerva, quasi tutte aggiudicate. Una buona notizia per gli appassionati delle auto più anziane che toccano con mano un ritorno di interesse per le loro vetture. Nel complesso Bonhams ha chiuso la lunga seduta parigina (nove ore consecutive se si comprende anche l’automobilia, sette per le sole auto) con numeri tutto sommato positivi a fronte però di compromessi...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
08 febbraio 2018

Parigi 2018: RM Sotheby’s debutta senza botto

La prima asta parigina dell’anno lascia un po’ di amaro in bocca a chi sperava in una risposta del mercato vivace, in grado di portare nuovo entusiasmo in un settore da un paio di anni in crisi di identità. Deludono le stelle del catalogo e volano le supercar moderne. Si è chiusa con un risultato contrastante la prima delle aste di Parigi nella settimana di Rétromobile, in corso in questi giorni. Con 68 auto vendute su 83 in catalogo, pari all’82% del totale, non si può certo dire che la vendita sia andata male. Sono mancati però i fuochi d’artificio, soprattutto sono rimaste invendute le vetture più prestigiose, quelle che avevano attirato l’attenzione dei collezionisti di tutto il mondo. Parliamo della Ferrari 166 MM del 1953, della Ferrari 275 GTB Alluminio del 1965, della Iso Grifo A3/C del 1965 appartenuta al cantante francese Johnny Hallyday e della McLaren P1 del 2015 per citare i lotti più importanti, tutte invendute a...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
07 febbraio 2018

Parigi 2018: Bonhams scommette sulle anteguerra

La Casa d’aste inglese va controcorrente e a Parigi l’8 febbraio punterà sulle auto di inizio secolo fino agli anni ’30, le più difficili da vendere. Ne proporrà 42 su un totale di 138 lotti automobilistici. Solo cinque le Ferrari in catalogo. Ecco alcune proposte cogliendo fior da fiore. Ogni asta ha un suo carattere, spesso condizionato dalla sede in cui si tiene l’incanto. Montecarlo, per esempio, è la piazza ideale per proporre vetture sportive; Londra per le vetture di inizio secolo e le inglesi; Parigi per le auto francesi ma non solo: Bonhams ritiene che la Ville Lumière sia il luogo perfetto per proporre auto classiche, non troppo moderne. Così almeno pare scorrendo il corposo catalogo predisposto per l’asta che terrà l’otto febbraio al Grand Palais, altra location di grande prestigio costruita per l’Esposizione Universale del 1900. Interessante ai fini delle prospettive di mercato il peso che viene dato alle Case italiane: stranamente poche le Ferrari in vendita (solo...
Redazione Ruoteclassiche