Aste / News
12 febbraio 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Aste a Rétromobile, Artcurial chiude in bellezza

Quasi 32 milioni di euro di fatturato in due giorni e l'86% dei lotti aggiudicati sono i numeri impressionanti della vendita della Casa d'aste francese all'interno della manifestazione Rétromobile. Regina dell'incanto una splendida Bugatti 57C Atalante.

Parlare di crisi di mercato di fronte ai numeri raccolti da Artcurial nella sua lunga e corposa vendita parigina distribuita su due giorni pieni farebbe sorridere: le auto in sostanza si vendono, e bene, ma solo se sono associate a un prezzo adeguato. A Parigi 2018 le tre Case d'asta internazionali hanno avuto tutte buoni esiti (vedi anche i risultati di RM Sotheby's e di Bonhams). E tutto ciò nonostante le stime proposte fossero prevalentemente indirizzate sui valori massimi di mercato dei rispettivi modelli.

L'intelligenza o la lungimiranza dei vertici di Artcurial, Bonhams e RM Sotheby's è stata quella di scendere a compromessi accettando di aggiudicare numerosi modelli a prezzi inferiori a quelli stimati. I dati ufficiali non sono ancora noti in dettaglio, ma basta dare un'occhiata alla Top Ten qui sotto per notare come i prezzi di aggiudicazione raggiungano la stima minima solo con l'aggiunta del premio d'asta, quando non addirittura inferiori alla stima nonostante il premio d'asta.

Ciò però non ha evitato ad alcune di esse di ottenere comunque un record mondiale di prezzo. E' il caso della Bugatti Type 57 Atalante il cui prezzo di aggiudicazione non è mai stato così alto in una vendita all'asta nonostante sia risultato molto inferiore alla stima (l'offerta massima in sala si è fermata a 2.500.000 euro, che diventano 2.903.200 con i diritti d'asta). Evidentemente la vettura era stata stimata molto di più del suo valore di mercato.

Lo stesso discorso vale per la Ferrari FXX (record di prezzo), per la Maserati A6GCS/53 Spyder, per la Hispano-Suiza J12 Gurney Nutting, 1937 (record di prezzo) e per la Horch 853 Sport Cabriolet, 1937. Mentre per la Porsche 356 Pre-A 1300 del 1951, pagata il 70% in più della stima massima si tratta di un record di prezzo mondiale che ha sorpreso tutti.

LA TOP TEN

1 1938 Bugatti Type 57C coupe Atalante
1) Bugatti Type 57C Atalante, 1938 - € 2.903.200
Stima d’asta: € 3 000 000 - 3 500 000

2 2006 Ferrari FXX
2) Ferrari FXX, 2006 - € 2.674.400
Stima d’asta: € 2.600.000 – 3.200.000

3 1954 Maserati A6 GCS-53 Spyder by Fiandri & Malagoli
3) Maserati A6 GCS/53 Spyder
Fiandri & Malagoli, 1954 – € 2.445.600
Stima d’asta: € 2.800.000 – 3.600.000

4 1964 Porsche 904 GTS
4) Porsche 904 GTS, 1964 - € 1.873.600
Stima d’asta: € 1.400.000 – 1.800.000

5 1955 Mercedes-Benz 300 SL Papillon
5) Mercedes-Benz 300 SL "Gullwing", 1955 - € 1.158.270
Stima d’asta: € 800 000 - 1 000 000

6 1990 Ferrari F40
6) Ferrari F40, 1990 - € 953.600
Stima d’asta: € 750.000 – 1.000.000

7 1951 Porsche 356 Pre-A 1300
7) Porsche 356 Pre-A 1300, 1951 - € 894.000
Stima d’asta: € 440.000 – 520.000

8 1937 Hispano-Suiza J12 Gurney Nutting
8) Hispano-Suiza J12 Gurney Nutting, 1937 - € 643.680
Stima d’asta: € 600.000 – 900.000

9 1937 Horch 853 Sport Cabriolet
9) Horch 853 Sport Cabriolet, 1937 - € 631.760
Stima d’asta: € est: 600.000 – 800.000

10 1997 RUF CTR-2
10) Porsche RUF CTR-2, 1997 - € 572 160
Stima d’asta: € 480.000 – 620.000

Gilberto Milano

Condividi
COMMENTI