La Ferrari 275 GTB/4 di Steve McQueen all’asta a Monterey - Ruoteclassiche
Cerca
Eventi
21/04/2023 | di Roberto Barone
La Ferrari 275 GTB/4 di Steve McQueen all’asta a Monterey
Nella città californiana 18 e 19 agosto 2023 RM Sotheby’s metterà all’incanto anche altre rare auto, d’epoca e non, provenienti perlopiù da collezioni private
21/04/2023 | di Roberto Barone

Per la 26esima volta RM Sotheby’s organizzerà a Monterey, in California, un’asta con alcune vetture da sogno - prevalentemente storiche, ma non solo - che come sempre faranno palpitare il cuore di appassionati e collezionisti, anche se potranno portarsele a casa solo pochi fortunati (e invidiati). L’appuntamento per l’edizione 2023 è fissato per il 18 e 19 agosto nella città statunitense. Tra i modelli in vendita il posto d’onore spetta a una iconica Ferrari 275 GTB/4 Scaglietti del 1967 appartenuta all’attore Steve McQueen. Ben si accompagna con una collezione di rari gioielli europei, tra i quali una BMW 328 Roadster Special Competition del 1938 e una Ferrari 250 Europa GT Coupé del 1955 di Pinin Farina, accanto a una moderna Ford GT Heritage Edition del 2021, auto da corsa prodotta in soli tre esemplari. Dopo la vendita record dello scorso anno, quando sono state passate di mano preziose quattro ruote per complessivi 239 milioni di dollari (circa 218 milioni di euro), la casa d’aste conta di fare il bis anche quest’anno.

Una Rossa da oscar. Partiamo dalla stella assoluta dell’evento: consegnata nuova luccicante alla stella di Hollywood Steve McQueen, oltre che grande appassionato di corse e motori, la Ferrari 275 GTB/4 Scaglietti del 1967 è rimasta di proprietà dell’attore per più di quattro anni. Sarà sicuramente oggetto di una gara all’ultimo rialzo. Restaurata nel 2013 da Ferrari Classiche, è stata successivamente esposta al Museo Ferrari di Maranello e al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este. Sarà messa all'asta per ben 5-7 milioni di dollari (pari a circa 4,6-6,4 milioni di euro).

Una mandria di Cavallini. Altro modello col Cavallino rampante sul cofano è una Ferrari 365 GTB/4 Daytona Spider Scaglietti del 1972. Si tratta della numero 49 di 121 esemplari costruiti ed è presentato nella combinazione di colori nero su beige scuro originale di fabbrica. Sottoposta a un restauro completo nel 2000, certificato con il libro rosso di Ferrari Classiche, questo esemplare della rara tourer aperta di Maranello è stato vincitore del platinum award al Cavallino Classic 2013 ed è stato presentato al Salon Privé Concours d’Elegance del 2018 (stima 2,8-3,2 milioni di dollari).

Supercar limited edition. Come accennato, c’è poi una supercar in edizione limitata, una Ford GT Heritage Edition 2021, omaggio alla Ford GT40 Mk II vincitrice alla 24 Ore di Daytona pilotata dal duo leggendario Ken Miles e Lloyd Ruby. Unico proprietario, questo modello ha percorso soltanto 785 km (stima 1.100.000-1.500.000 dollari). Arrivano poi da una collezione privata una BMW 328 Special Competition Roadster del 1938 (stima 1.900.000- 2.900.000 dollari), realizzata in soli tre esemplari per la squadra corse nazionale tedesca, e la straordinaria Chrysler 300B Coupe Speciale Boano del 1956 (stima 950.000 -1.250.000 dollari) commissionata personalmente da Gianni Agnelli. Entrambe con restauri meticolosi e molti premi nel pedigree queste auto rappresentano la massima espressione della produzione artigianale e della storia automobilistica.

Alfa 6C e Lancia Aurelia. Gli altri gioielli a quattro ruote offerti dalla collezione privata includono: un'Alfa Romeo 6C 2500 Super Sport Villa d'Este Coupé Touring del 1950, prodotta in soli 36 esemplari, restaurato nel 2021 da Rizza Classic (stima 825.000-925.000 dollari); un'Alfa Romeo 6C 2500 Super Sport Cabriolet Pinin Farina del 1947, l'ultimo sviluppo del modello, con una storia documentata sin dall’uscita dalla fabbrica (stima 650.000-750.000 dollari); una Lancia Aurelia B20S GT Coupé Serie 4 del 1955, esemplare perfettamente restaurato di una delle migliori granturismo del dopoguerra (stima 200.000-250.000 dollari).

COMMENTI
In edicola
Segui la passione
Giugno 2023
Ruoteclassiche di giugno racconta la leggenda lunga un secolo della 24 Ore di Le Mans
Scopri di più >