Eventi
15 September 2019 | di Alberto Amedeo Isidoro

“Street Show”, le regine del concorso d’eleganza

Ecco le vincitrici di classe del nostro Concorso d'eleganza e restauro svoltosi nella Heritage Zone di Street Show Quattroruote

C'era la Fiat 500, declinata in tutte le sue versioni e in tutti i suoi accesissimi colori. E poi il meglio delle grandi marche milanesi, che oggi hanno giocato in casa. Ma anche le protagoniste di viaggi avventurosi raccontati dalla viva voce di chi li ha vissuti sulla pelle, in presa diretta.

L'auto d'epoca fa spettacolo. Club federati Asi e collezionisti privati si sono uniti alla festa dei motori organizzata dalle testate motoristiche della nostra casa editrice e hanno portato in strada i loro pezzi più pregiati per il nostro Concorso d'eleganza e restauro, il doppio contest "open air" organizzato da Ruoteclassiche con la collaborazione di Eni. Cinque le categorie in cui le auto si sono sfidate per aggiudicarsi un premio: Le regine della Vernasca Silver Flag, Le belle di Stresa, Dalla N alla R - Un arcobaleno di colori, I grandi raid, Marche milanesi.

Parola agli esperti. La giuria, che ha passato in rassegna le auto e si è confrontata per eleggere le "prime della classe", era composta da un pool di esperti del settore. Accanto a David Giudici, direttore di Ruoteclassiche, a indossare il cappello di giurato sono stati: Gaetano Derosa, vice caporedattore della nostra testata; Corrado Lopresto, tra i più importanti collezionisti del settore e plurivincitore di concorsi d'eleganza in tutto il mondo; i fratelli Andrea e Alberto Lopane, titolari del Laboratorio Lopane, officina specializzata nel restauro di veicoli d'epoca; Francesco Di Florio, marketing manager di Mafra; Daniele Turrisi, esperto di auto storiche fresco di nomina a direttore delle operazioni della filiale italiana di Girardo&Co.; Achille Gerla, presidente del Cpae (Club piacentino auto d'epoca).

Le regine. Queste, dopo una lunga consultazione, le prescelte dai giurati: Le regine della Vernasca Silver Flag: Fiat 8V del 1954 di Giustino De Sanctis; Le belle di Stresa: Fiat X1/9 del 1971 di Dario Contin; Dalla N alla R - un arcobaleno di colori: Fiat 500 R del 1975 di Luciano Tona; I grandi Raid: Alfa Romeo Spider 2000 del 1975 di Roberto Crippa; Marchi Milanesi: Isotta Fraschini Tipo 8 Sport del 1923 di Silvano Cima.

Il verdetto del pubblico. Anche il pubblico ha votato, eleggendo di fatto la vincitrice del premio più ambito, "The Best of Street Show - Heritage Zone". A sorpresa, ad aggiudicarsi il trofeo non è stata una supersportiva o una suggestiva vettura anteguerra, bensì la piccolissima Iso Isetta del 1954 di Edmondo Balsamo.

Un grazie speciale ai club. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il prezioso apporto dei collezionisti e dei club, che hanno messo a disposizione di Ruoteclassiche i loro pezzi migliori. La redazione di Ruoteclassiche ringrazia quindi tutti i sodalizi che hanno fornito le auto partecipanti al concorso: Cpae (Le regine della Vernasca Silver Flag); Classic Club (Le belle di Stresa); Fiat 500 Club Italia (Dalla N alla R - un arcobaleno di colori); i protagonisti dei grandi raid; Cmae (Marche milanesi).

Condividi
COMMENTI