[Asta Bolaffi] I disegni da non farsi scappare

A+ A-

All’incanto di Milano del prossimo 23 maggio la casa d’aste torinese, oltre a una raccolta di pregevoli auto classiche e moderne, propone alcuni lotti di automobilia di altissimo livello. Noi abbiamo fatto una selezione di alcuni disegni provenienti dall’Archivio Stile Bertone.

Si sa, le automobili italiane sono il sogno dei collezionisti di mezzo mondo. Questione di stile, di passione, peculiarità che caratterizzano molto più marcatamente le vetture nate in Italia che quelle costruite oltre i confini del Bel Paese. La casa d’aste Bolaffi si presenta all’appuntamento milanese – il 23 maggio al Museo Alfa Romeo di Arese – con uno scrigno pieno di tesori. Ampia e varia, anche a livello di stime, l’offerta delle vetture. Ma è un’asta da non perdere anche per chi di mettersi una classica in garage non ha la benché minima intenzione. Di seguito vi proponiamo una serie di bozzetti, disegni e figurini che per poche centinaia o migliaia di euro potrebbero dare il tocco in più all’arredamento del vostro salotto.

1) Citroën BX (stima d’asta 500 – 1000 euro)
bxSei disegni di stile che raffigurano le linee preliminari di quella che sarà una delle vetture del “double chevron” più rappresentative degli anni 80. Il lotto comprende un bozzetto su carta da lucido e una fotografia del modello nell’esclusiva edizione Palmares.

2) Fiat X1/9 (stima d’asta 1000 – 2000 euro)
x19
Otto disegni su cartoncino, 21 figurini tecnici e disegni di dettaglio su carta da lucido. Il pacchetto comprende anche un inedito studio degli anni 80 dove è ben illustrato il meccanismo della capote retraibile.

3) Fiat Dino Coupé (stima d’asta 1000 – 2000 euro)
dino
Otto disegni su cartoncino, sette figurini su carta da lucido, disegni di dettaglio di una tra le coupé più amante dagli estimatori della Casa torinese. Nel lotto anche gli studi per il logo del nome del modello e cinque stampe fotografiche della vettura.

4) Alfa Romeo Alfetta Facelifting (stima d’asta 750 – 1500 euro)
alfetta
Se le vetture del Biscione vi fanno battere il cuore, sarà difficile resistere a questa ghiotta raccolta: sedici figurini tecnici e due realizzati ad acquarello tolgono ogni dubbio sull’aspetto della seconda generazione dell’Alfetta, quella degli anni 80 per intenderci. Nel lotto, tutt’e sette le proposte che Bertone fece all’Alfa Romeo.

5) Alfa Romeo Monteral
montrealDici Montreal, pensi Marcello Gandini: il visionario designer torinese firma una delle gran turismo italiane più belle di sempre. Il lotto in questione racchiude tre disegni di stile e tre figurini, tutti realizzati su carta da lucido.

Alberto Amedeo Isidoro

 

 

partecipa alla conversazione

[Asta Bolaffi] I disegni da non farsi scappare

1 DI 0