Eventi
31 January 2020 | di Andrea Zaliani

Catawiki ad Automotoretrò con uno stand di prim’ordine

Tantissime le auto capaci di ammaliare fin dal primo sguardo con il loro fascino e la loro storia. Da piccole sportive ad accattivanti spider, passando per esclusive supercar

Uno degli stand più interessanti ad Automotoretrò è indubbiamente rappresentato dallo spazio allestito da Catawiki. C’è davvero da rifarsi gli occhi. Fianco a fianco sono esposte numerose vetture, pronte a soddisfare una disparata clientela. Da supercar particolarmente esclusive e ricercate ad accattivanti sportive. Il fil rouge è il tema delle Youngtimer. A ognuno la sua. Presenti sia vetture di privati e di venditori che auto in vendita all’asta.

Interessanti scoperte. Le tre aree tematiche trattate sono tutte interessanti, a partire dalla sezione dedicata alle scoperte a due posti, denominata “il ritorno delle Spider”. Qui si possono osservare modelli sfiziosi come una stupenda Honda S200, affiancata da una triade di tedesche: BMW Z3, Audi TT e Mercedes SLK 200 kompressor. Quest’ultima, immatricolata nel 1998 e caratterizzata da un eccentrico color giallo, ha suscitato l’interesse di svariate persone e, attualmente, è molto vicina al prezzo di riserva.

Le piccole di grande carattere. Non meno interessante l’area delle “piccole di razza” composta da sei vetture degne di nota. Prime tra queste un terzetto di carattere composto da una Citroen AX, una Peugeot 205 GTi e una Opel Corsa GSi, che ha viaggiato molto prima di giungere all’attuale proprietario. Immatricolata nel 1991 a Teramo, successivamente, è stata comprata da un ragazzo di Milano, per poi essere ceduta a un appassionato di Domodossola. Nel 2018, infine, è stata la volta di Andre Bossuto di Rivoli, soddisfattissimo del suo acquisto. Un parterre completato da una Renault 5 GT turbo, una Uno Turbo i.e e una Y10 Turbo.

Supercar da sogno. E poi ci sono una sfilza di sportive da perdere la testa, come la leggendaria Ferrari F40 oppure una meravigliosa 911 3.2 Speedster Turbo Look (1989), in ottime condizioni e con all’attivo poco più di 31 mila chilometri. Molto interessante anche la storia della Lamborghini Diablo prima serie presente sullo stand: 35.900 chilometri, immatricolata in Francia, successivamente registra in Germania e poi ritornata in Italia. Se amate modelli più esotici non preoccupatevi, potrete osservare da vicino un’imponente Viper e un’iconica NSX.

Condividi
COMMENTI