Moto
05 novembre 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Charleston, la moto “special” per i 70 anni della 2 CV

Una moto vintage ispirata all’iconica serie speciale della “Deuche”. Si chiama “special” e debutterà al prossimo Eicma, dove la nostra Casa Editrice presenterà il nuovo fascicolo Motoclassiche.

Un progetto originale, in puro spirito Citroën, per celebrare i 70 anni della Citroën2CV. La moto “special” è stata realizzata da South Garage, rinomato preparatore di motociclette che nel suo atelier realizza progetti di customizzazione su misura per i clienti più disparati.

One and only. La moto “special”, che resterà una one-off, sarà presentata in anteprima al pubblico accanto alla 2 CV, sua musa ispiratrice, all’Eicma, il Salone del ciclo e motociclo dove la nostra Casa Editrice presenterà il fascicolo Motoclassiche (qualche anticipazione l’abbiamo già data ad Auto e Moto d’Epoca). Obiettivo dell’operazione è dare alla motoclicletta un imprinting stilistico direttamente riconducibile agli stilemi della 2CV, senza tuttavia effettuare interventi invasivi su telaio, ciclistica e motore originali.

Quel genio di Serge Gevin. La Charleston, che ha ispirato la “special”, è una delle tante serie speciali che a partire dal 1976 hanno arricchito la gamma della 2 CV. Come la maggior parte delle edizioni limitate, anche la Charleston fu ideata e proposta da Serge Gevin, l’eclettico pittore che lavorava con Bob Delpire, il geniale pubblicitario che rivoluzionò l’immagine di Citroën a partire dalla seconda metà degli anni 50.

La moto “Charleston”. La moto riprende in maniera chiara la linea e la livrea della 2 CV Charleston. Nella parte posteriore, per esempio, sono proposti i parafanghi della 2 CV Charleston, con le loro inconfondibili forme arrotondate. Ancora, è stato installato un originale portapacchi cromato che richiama il “double chevron”. Gli scarichi, con la loro forma a bottiglia, si integrano perfettamente nelle linee arrotondate della livrea. Il sedile in pelle richiama gli inserti nel serbatoio, anch’essi in pelle con cuciture orizzontali. Come le altre parti della carrozzeria della moto, il serbatoio è stato accuratamente carteggiato, filettato e pe rfinire verniciato nei colori originali della Charleston. Anche il frontale presenta espliciti richiami alla 2CV: oltre al singolo faro con il vetro giallo, la griglia centrale in lamiera bordata con stecche lucidate e poi saldate che richiama, al centro, il “double chevron”.

Condividi
COMMENTI