Aste / Auto / News
11 gennaio 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

RM Sotheby’s, Porsche da sogno in Florida

Il prossimo 10 marzo la Casa d’aste canadese sarà presente al Concorso d’Eleganza di Amelia Island con la rassegna “Exclusively Porsche – The 964 Collection”. Si tratta senza ombra di dubbio della collezione di edizioni speciali della serie 964 più completa e ghiotta di sempre.

Prodotta dal 1989 al 1993, con il suo stile rinnovato (dove spiccano inediti paraurti integrati) la 964 è stata la prima versione della 911 a svecchiare concretamente l’immagine del modello, fino ad allora rimasta pressoché invariata rispetto alla primogenita della famiglia nata nel 1963 (qui, un articolo sulla più vecchia 911  del Porsche Museum, in mostra fino al prossimo 8 aprile).

La collezione che andrà all’incanto in Florida racchiude il meglio della produzione artigianale di 964: la maggior parte delle auto in questione, infatti, è stata assemblata a mano nell’atelier di Porsche Exclusive, il dipartimento della Casa di Stoccarda che fin dagli anni 70 offre ai clienti della marca un’ampia scelta nella personalizzazione delle proprie vetture. Meraviglie nelle meraviglie, ecco le tre 964 che siamo certi la prestigiosa Casa d’aste non farà fatica a piazzare a cifre da capogiro.

La prima 964 che segnaliamo è una Carrera RS 3.8 del 1993, modello che ha sostituito la RS 3.6 dopo un solo anno dal lancio. Grazie a un rapporto di compressione più alto, ai condotti lucidati e a un radiatore dell’olio aggiuntivo, il sei cilindri boxer di 3,8 litri guadagna 40 CV, per una potenza massima di 300 CV a 6500 giri/minuto. In eccellenti condizioni di conservazione (il contachilometri è fermo a quota 7000), ha un valore stimato di 1.250.000 – 1.500.000 dollari.

Ci sarà molta attesa anche per un esemplare di Carrera RSR 3.8 del 1993 praticamente… a chilometri zero. In condizioni da concorso (appena 765 i chilometri percorsi, nessuno dei quali in pista), è una delle 51 vetture modificate dalla Casa di Stoccarda per l’impiego sportivo sulla base della RS 3.8. La quotazione di RM Sotheby’s è di 1.200.000 – 1.400.000 dollari.

Infine, da tenere d’occhio anche una delle 86 Turbo S Leichtbau costruite, modello alleggerito che ripercorre i fasti della Turbo 3.6 da competizione che nel 1993 ha vinto il Campionato IMSA GTX Supercar. La stima d’asta va da un minimo di 1.000.000 a un massimo di 1.200.000 dollari.

A completare il catalogo una 911 Turbo 3.6 del 1994 (200.000 – 250.000 dollari), una 911 Carrera RS del 1992 (200.000 – 250.000 dollari), una 911 Turbo 3.3 del 1991 (200.000 – 250.000 dollari), una 911 Speedster del 1994 (200.000 – 250.000 dollari), una 911 Turbo “Flat Nose” Coupé del 1989 (200.000 – 250.000 dollari), una 911 Carrera RS America del 1993 (200.000 – 250.000 dollari) e, per finire, una 911 Carrera Cup del 1991 (250 – 325.000 dollari).

Alberto Amedeo Isidoro

Condividi
COMMENTI