riar

News
15 dicembre 2017

Riar: Giolito eletto presidente

Roberto Giolito, papà della Fiat Multipla e della moderna 500, oggi responsabile di FCA Heritage, il 9 dicembre è approdato alla presidenza del Registro Italiano Alfa Romeo (Riar). Dopo 34 anni, il car designer anconetano classe 1962 succede a Stefano D’Amico, che assume per acclamazione la carica di presidente onorario. Eletti anche i membri del consiglio direttivo: Franceso Bonfanti, Gabriella de Caro, Sandro Fontecedro, Ermanno Keller, Attilio Lorenzi e Daniele Santarelli, tutti nomi che in passato hanno operato in sinergia con l'ex-presidente e, dunque, in grado di mettere in atto il piano di rinnovamento atteso per il futuro nel pieno rispetto della tradizione dell'associazione. Il nuovo numero uno del Riar ha sottolineato la qualità del lavoro svolto dal suo predecessore e si è detto pronto ad aprire un nuovo corso: dovrà andare incontro alle richieste dell'assemblea, attivandosi innanzitutto per dare all'associazione una nuova sede e per garantire un rapporto di maggior collaborazione con la Casa madre. Infine, Giolito ha parlato anche del ritorno dell'Alfa Romeo in Formula 1: un evento importante per un...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
08 dicembre 2016

Il Registro Italiano Alfa Romeo aggiorna la Lista Chiusa: le novità del 2017

Ai modelli in elenco con almeno 20 anni di età o importante caratura collezionistica, è riconosciuto un interesse meritevole di tutela destinato a trasformarsi, con il tempo, in una vera e propria "importanza storica" Il tempo avanza e l'universo delle auto da collezione si allarga continuamente a nuove "giovani" classiche che entrano di diritto nel novero dei veicoli meritevoli di essere tutelati come patrimonio culturale. Le nuove arrivate non sono ancora, per evidenti non raggiunti limiti di età, "di interesse storico" ma, per loro, il viale del tramonto diventa una nuova alba verso un futuro radioso come vetture storiche. Alle nuove Alfa Romeo da salvaguardare ci pensa il RIAR, che ha pubblicato l'aggiornamento al 2017 della sua Lista chiusa. Come noto l'iniziativa, al di là del suo "valore morale", permette (per alcune regioni d'Italia) una serie di vantaggi fiscali e assicurativi. “Lo abbiamo battezzato il sacro Graal dei nostri giovani appassionati di motori – spiega Stefano d’Amico, Presidente del RIAR...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
25 maggio 2016

Lista Chiusa Riar, ecco tutte le Alfa Romeo da salvare

Lista Chiusa sì, Lista Chiusa no: passano gli anni ma la querelle sull’opportunità di stabilire ufficialmente o no quali siano le auto ultraventennali da "salvare" applicando loro dei benefici fiscali non ha portato finora a una decisione unanime da parte degli Enti preposti a questo compito. Come noto, non tutte le Regioni applicano la direttiva definita lo scorso anno dalla Legge di Stabilità che impone a tutte le auto con età inferiore ai 30 anni il pagamento del bollo. Alcune Regioni offrono l’esenzione a tutte le ultraventennali, altre un'esenzione ridotta, altre nessuna esenzione, altre ancora un pagamento forfettario e altre ancora solo se le vetture sono iscritte nei Registri Storici riconosciuti (Alfa Romeo, Fiat e Lancia). La confusione è totale. Con il risultato che molti possessori di queste vetture hanno deciso di disfarsene o vendendole, spesso a collezionisti stranieri, oppure nei casi limite portandole direttamente dal demolitore. Una decisione fuori dal coro viene ora dal Riar, il Registro Italiano Alfa...
Redazione Ruoteclassiche