Videogame, in pista col volante della GTO

A+ A-

Dal 20 dicembre arriva, in edizione limitata, la replica del volante della Ferrari 250 GTO. Ideato dagli specialisti di Thrustmaster è pensato per chi vuole videogiocare ricreando un’atmosfera ancora più realistica col passato.

Arriva con Il Natale 2017 un supervolante per videogame, replica quasi esatta, in otto decimi di grandezza, di quello della Ferrari 250 GTO. L’ambizione è quella di consentire di ricreare le stesse sensazioni tattili di guida di un tempo a partire dal caldo del legno al freddo del metallo. A produrlo una società specializzata del settore ma con la licenza ufficiale del Cavallino e nel quadro dei festeggiamenti per i settant’anni del marchio Ferrari.

La novità è di quelle succose, del resto gli appassionati di videogame forse hanno conosciuto e guidato joystick volanti e sistemi di comando della Thrustmaster ancora prima delle auto vere e proprie. Noti fin dagli anni ’90 per la qualità, i prodotti della Casa americana (poi acquisita da Guillemot corporation) sono sempre stati un must per appassionati di videogame di guida e simulazione aeronautica.

La ragione è semplice: completavano in modo perfetto le qualità simulative dei giochi consentendo non solo un migliore controllo del mezzo, ad esempio in controsterzo, ma anche di ricreare un ambiente più immersivo. Comprese, ad esempio, le reazioni dello sterzo nel superare una buca grazie al mitico force feedback che introdusse anche nel salotto di casa di fronte allo schermo le stesse, o quasi, reazioni delle auto vere.

In questo caso, per il volante del diametro di 33 centimetri riprodotto in edizione limitata, valgono anche considerazioni aggiuntive. Nel senso che l’oggetto potrebbe anche sembrare superfluo ma rappresenta in primis un completamento ideale per chi vuole farsi un bel giro sulla 250 GTO in versione virtuale di Assetto Corsa, una delle auto disponibili in un pacchetto aggiuntivo che comprende anche auto storiche come Alpine A110 o Lancia 037.

Quello che più conta è che anche questo volante rappresenta l’ennesimo segno di importanza crescente del mondo auto storiche al di fuori della solita cerchia di appassionati. Ottima quindi la scelta di Ferrari che oltre a guadagnare delle royalties farà prendere in mano il volante della 250 GTO a giovani appassionati e potenziali nuovi clienti. E ottimo anche per la Thrustmaster,non nuova a operazioni prestigiose: nel 2001, ad esempio, mise in produzione un volante simile a quello utilizzato da Schumacher sulla monoposto da Formula 1.

Il volante replica costa 399 euro. Ma non basta: occorre anche avere un Thrustmaster della serie T – TS-PC Racer, TS-XW Racer, T-GT, T500 RS, serie T300 e serie TX su cui innestarlo. Chi vuole il massimo può completare l’opera con il selettore cambio TH8AS.

Luca Pezzoni

 

 

partecipa alla conversazione

Videogame, in pista col volante della GTO

1 DI 0