Villa d’Este 2016, Best of Show una Maserati del 1954

La Maserati A6 GCS Berlinetta Pininfarina del ’54 è stata eletta Best of Show al gala conclusivo del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2016. La rara fuoriserie italiana è stata scelta tra i vincitori dei premi di classe e per i riconoscimenti speciali assegnati da giuria e pubblico. A seguire, l’elenco completo di tutte le vincitrici

Si è concluso domenica, con il galà finale dell’evento, l’edizione 2016 del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2016. La giuria ha assegnato proprio durante la serata il tradizionale ultimo riconoscimento. Il Best of Show è andato alla Maserati A6 GCS/53 Coupé Pininfarina del 1954, che si affianca alla Coppa d’Oro andata, nella giornata di sabato, alla Lancia Astura II° Serie Berlinetta Castagna del ’33.

Ieri le automobili della kermesse si sono trovate a Villa Erba per la tradizionale giornata di esposizione per il pubblico. automobili e moto hanno dato vita, ancora una volta, a una eccezionale mostra tematica sull’eleganza in un arco di tempo di quasi un secolo di storia automobilistica, dalla Delage CO 4 litri e 1/2 del 1920 all’Aston Martin Vanquish Zagato Concept, presentata in anteprima mondiale e in concorso per il Design Award (vinto dall’Alfa Romeo Disco Volante Spider della carrozzeria Touring Superleggera).

Alle 14.30 è iniziato il defilé sul tappeto rosso, di fronte alla tribuna gremita. Le 50 vetture hanno sfilato per tutto il pomeriggio, con l’esperto Simon Kidston nelle vesti di padrone di casa e squisito narratore delle vicende di ogni esemplare. Con l’occasione la giuria ha assegnato i premi di categoria, le menzioni d’onore e i riconoscimenti speciali. Qui sotto l’elenco completo dei premi.

TUTTE LE VINCITRICI DI VILLA D’ESTE 2016
Best in Show by the Jury: Maserati A6 GCS Berlinetta Pininfarina 1954
Coppa d’Oro Villa d’Este: Lancia Astura II Serie Berlinetta Castagna 1933
Trofeo BMW Group Italia: Lamborghini, Miura P 400 SV, Coupé, Bertone, 1971, Adrien Labi, US
Trofeo BMW Group Ragazzi: Lancia Stratos Coupé Bertone 1975 (Marco Magnani, I)
Design Award for Concept Cars & Prototypes: Alfa Romeo Disco Volante Spider Touring 2016
FIVA World Motoring Heritage Year, UNESCO Patronage, Best Preserved Vehicle: Alfa Romeo, Giulietta SZ, Coupé, Zagato, 1961, Corrado Lopresto, I. Quello vinto dal collezionista italiano non è tuttavia un premio qualsiasi: è la prima volta in assoluto, infatti, che l’Unesco istituisce un premio per una vettura premiando il valore storico del modello e la qualità del restauro conservativo.

CLASS A, PRE WAR DECADENCE: Lancia Astura IV Serie Convertibile Pinin Farina 1937
Mention of honor: Squire, 1 ½ Long Chassis, 4-Seat Tourer, Ranalah, 1935,

CLASS B, PRE 1945 SUPERCARS: Lancia Astura II Serie Berlinetta Castagna 1933
Mention of Honor: Bugatti 57 SC Atalante 1937

CLASS C, SUR MESURE ET HAUTE COUTURE: Bentley T Speciale Pininfarina 1968
Mention of Honor: Rolls-Royce Phantom IV Sedanca de Ville Hooper 1952

CLASS D, PETITE PERFORMANCE: Maserati A6 GCS Berlinetta PininFarina 1954
Mention of Honor: Fiat 8V Supersonic Coupé Ghia 1954

CLASS E, DARING TO BE DIFFERENT: Fiat 8V Coupé Zagato 1955
Mention of Honor: Maserati 200 SI Barchetta Fantuzzi 1957

CLASS F, CARS OF THE STARS: Ferrari 275 GTB/4 Berlinetta Scaglietti 1967
Mention of Honor: Dual-Ghia Convertibile Ghia 1957

CLASS G, GT MAN IS BACK: Aston Martin DB 4 GT Zagato 1961
Mention of Honor: BizzarrinI 1900 GT Europa Coupé Labronplastic 1968

CLASS H, DRIVEN BY EXCESS: Lamborghini Countach “Walter Wolf” Bertone 1976
Mention of Honor: Lamborghini Athon Roadster Bertone 1980

CLASS I, RALLY CARS: Ford Escort RS 1600 Saloon 1972
Mention of Honor: Porsche 911 Coupé

PREMI SPECIALI
Trofeo FIVA, best preserved pre war-car: Alfa Romeo RL Normale Coupé de Ville Farré 1925
Trofeo ASI, best preserved post war-car: Maserati 200 SI Barchetta Fantuzzi 1957
Trofeo BMW Group Classic, the most sensitive restoration: Bentley S2 Continental Fastback H.J. Mulliner 1960
Trofeo Rolls-Royce, most elegant Rolls-Royce: Rolls-Royce Phantom IV Sedanca de Ville Hooper 1962
Trofeo Vranken Pommery, the best iconic car: Bugatti 57 SC Atalante Coupé, Bugatti, 1937
Trofeo Foglizzo, best interior design: Dual-Ghia, Convertibile, Ghia, 1957, Arnold Stevens, US
Trofeo Auto & Design, most exciting design: Lamborghini, Athon Roadster Bertone 1980
Trofeo Automobile Club di Como, car driven from farthest away: AC Aceca Bristol 1956

Alvise-Marco Seno

partecipa alla conversazione

Villa d’Este 2016, Best of Show una Maserati del 1954