News
01 marzo 2019 | di Alberto Amedeo Isidoro

Finarte, cocktail di benvenuto nella nuova sede

Finarte inaugura la nuova sede milanese di Via Paolo Sarpi e svela il catalogo dell’asta 1000 Finarte, in programma al Museo Mille Miglia il prossimo 14 aprile.

È in via Paolo Sarpi, nel cuore della Chinatown milanese, che Finarte ha costruito il suo nuovo quartier generale. Ieri sera, alle 19.30, si è svolta l’inaugurazione. A fare gli onori di casa, durante il cocktail di benvenuto, preludio di una sfiziosa cena in piedi, Sandro Binelli ed Edoardo Baj Macario, rispettivamente responsabile e consulente del dipartimento automotive della casa d’aste.

Ospite d’eccezione. È stata l’occasione per incontrare grandi collezionisti (non solo italiani), ma anche personalità di spicco del mondo dei motori, come il giornalista sportivo e scrittore Pino Allievi, il presidente del Cmae, Marco Galassi, e il Brand Manager di Zagato, Paolo Di Taranto. Dietro al piano bar, letteralmente parcheggiata tra le poltrone sistemate per far accomodare gli ospiti, ha fatto bella mostra di sé una Cisitalia 202, elegantissima nella sua livrea blu scuro e ottimamente conservata dopo uno scrupoloso restauro ultimato da uno specialista veneto negli anni 80. Ma è soltanto uno dei magnifici lotti che Finarte proporrà nella vendita all’incanto 1000 Finarte, in programma il 14 Maggio alle 17.30 al Museo Mille Miglia di Brescia.

Per gli amanti delle corse. La vendita, come è facile dedurre dal nome, è centrata su modelli italiani e stranieri che hanno partecipato a una delle edizioni di velocità della Freccia Rossa o che sono eleggibili per disputare la rievocazione storica della gara. Dopo il successo dello scorso anno, per Finarte è lecito attendersi un bis: strategica, nell’ottica di valorizzare l’evento e attirare i potenziali acquirenti, la scelta di esporre le vetture nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 maggio, ovvero nel weekend che precede la partenza della Mille Miglia di regolarità.

Restate connessi. Nelle prossime settimane vi sveleremo i lotti più interessanti del catalogo, accendendo i riflettori su quei pezzi che, siamo certi, saranno al centro di bagarre a suon di offerte e controfferte.

TAGS finarte
Condividi
COMMENTI