corrado lopresto

Aste
25 maggio 2018

Corrado Lopresto si aggiudica i disegni dell'archivio Bertone

Mentre controlla con occhio paterno la Scat 25/30HP del 1913, salendo sul rimorchio che la conduce a Villa d’Este, Corrado Lopresto “riconosce” un altro figlio. È il lotto “numero 28” della sensazionale asta Bolaffi (e le polemiche continuano a friggere) tenuta ieri ad Arese: contiene l’insieme dei disegni dell’archivio Bertone, battuti in lotto unico dopo la notifica dei Beni Culturali. È lui è il fortunato acquirente (per 62.000 euro) di un patrimonio che va ad aggiungersi alla collezione di prototipi, mirabili vetture e altre raccolte di progetti e documenti storici. Tra questi i disegni di Tom Tjaarda, l’archivio del Conte Trossi e quello della Isotta Fraschini. “La collezione Bertone è di grande interesse – spiega Lopresto – e mi è sembrato naturale concorrere perché restasse di proprietà italiana (è comunque sottoposta a notifica di territorialità da Ministero, ndr). Ma soprattutto, in mani esperte.  Questo genere di documenti – spiega ancora -  oltre ad essere affascinanti per tutti gli appassionati, è da sempre...
Redazione Ruoteclassiche
News / Personaggi
05 aprile 2018

L'Alfa Romeo sbanca il Concorso d'Eleganza di Kyoto

È un'Alfa Romeo 6C 2500 Super Sport Villa d'Este del 1951 la vincitrice del "Concorso d'eleganza Kyoto 2018". L'esemplare, uno dei 36 prodotti dalla Carrozzeria Touring di Milano, si è aggiudicato il “Best in Show” lo scorso weekend (30 marzo - 3 aprile) fra “gioielli” storici e assolute rarità in arrivo da tre continenti. L'evento, nipponico al cento per cento ma con un nome volutamente in lingua italiana, era alla sua seconda edizione e si è svolto nel suggestivo Nijo Castle, ex palazzo reale seicentesco incluso nella lista del Patrimonio dell’Umanità Unesco. Quest'anno nel Paese del Sol Levante il Biscione ha fatto incetta di premi grazie a tre creazioni preziose che portano il suo marchio, provenienti da privati. Una 1900 Super Sprint Touring del 1955 è risultata prima nella sua categoria, la “Touring Classic Italian 1952-1961”, e la 6C 2500 Sport Berlinetta Touring di Corrado Lopresto, senza dubbio il collezionista italiano più conosciuto nel mondo, ha conquistato la vittoria nella...
Redazione Ruoteclassiche
News / Personaggi
13 marzo 2018

Da Milano a Genova, classiche tra mare e monti

Valicando gli appennini la Riunione Motoristica di marzo organizzata da Corrado Lopresto arriva nella Superba, tra rievocazioni del Conte Trossi e l'esclusività elegante dello Yacht Club Italiano. Nella due giorni tappe anche al Porto Antico e tour dei forti sui monti che sovrastano la città. Dopo la gita di inizio anno al Vittoriale e il pomeriggio modaiolo di giovedì 8 marzo con le auto storiche a luccicare in Via Montenapoleone a Milano le riunioni motoristiche di Corrado Lopresto sono tornate a vedere l'acqua, questa volta non di lago ma di mare. I 150 km che separano la capitale degli affari dalla città ligure, quella Genova che amava definirsi Superba quando dominava i traffici e l'economia del mediterraneo, sono stati percorsi in parte in autostrada ma anche lungo le curve degli Appennini, uscendo dal percorso autostradale in corrispondenza della Serravalle, da Busalla a Bolzaneto, dove i tornanti  si inseguono fino a valicare per aprire lo sguardo sul mare, di solito con...
Redazione Ruoteclassiche
News / Personaggi
22 febbraio 2018

Riunione Motoristica di Marzo: il programma di massima

Corrado Lopresto ci riprova e dopo il successo organizzativo della Riunione Motoristica del Garda del sei gennaio lancia un nuovo doppio appuntamento. Quaranta gli equipaggi ammessi, preferibilmente su vetture anteguerra. È stato sufficiente un WathsApp lanciato nel pieno delle festività natalizie per raggruppare in una settimana una quarantina di equipaggi e portarli su vetture anteguerra a visitare il Vittoriale a Salò. Così, “senza iscrizione e spese alla romana: pranzo, visita al Vittoriale e alle auto di D’Annunzio, saluti e si rientra. Ciao. Corrado”. Un successone. Alla fine il “comandante” Lopresto ha fatto fatica a gestire la domanda di partecipazione. Ora il bis. La formula è la stessa: passione per l’auto, soprattutto per quelle anteguerra, curiosità storica e voglia di condividere il piacere di stare insieme, senza cronometri e senza regole. Distribuita su tre giorni e due eventi, uno milanese e uno genovese. Il gruppo WathsApp è lo stesso, è cambiato solo il nome: ora si chiama Riunione Motoristica di Marzo....
Redazione Ruoteclassiche
News / Personaggi
09 gennaio 2018

Anteguerra, "scampagnata" al Vittoriale

Partita con l'obiettivo di essere una tranquilla passeggiata "in famiglia", la prima Riunione Motoristica del Garda, organizzata dal noto collezionista Corrado Lopresto, è stato invece un meeting andato al di là di ogni più rosea aspettativa, nonostante le bizze di una giornata fredda e piovosa (il 7 gennaio). Quaranta gli equipaggi partecipanti, convocati presso la sede della Collezione Lopresto, nell'hinterland est di Milano, tramite un passaparola su whatsapp che si è trasformato subito in una catena entusiastica di appassionati. Obiettivo, raggiungere Gardone Riviera, per una visita al celebre Vittoriale, residenza di Gabriele d’Annunzio. Tema del raduno sono state le anteguerra, che nonostante il maltempo hanno completato senza problemi il percorso: una ventina tra le più anziane - degli anni 20 e 30 - sono rimaste esposte nella piazzetta della Priora, mentre le altre si sono dovute "accontentare" di un parcheggio nella piazza antistante l’ingresso del Vittoriale, concessa dal Comune. Ad accogliere i partecipanti è stato il presidente della Fondazione il...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
29 maggio 2017

Concorso d'Eleganza Villa d'Este, Best of Show all'Alfa Romeo Giulietta SS Prototipo 1957

Al gala serale di ieri a Villa d'Este l'Alfa Romeo Giulietta SS Prototipo del '57 è stata votata come "Best of Show" dell'edizione 2017 del concorso. Il prototipo disegnato da Franco Scaglione ha vinto anche il Trofeo BMW Group Italia assegnato dal Referendum Popolare durante la mostra di tutte le auto a Villa Erba. Grande soddisfazione per il nostro editorialista Corrado Lopresto, proprietario di quest'auto unica. Per la quarta volta consecutiva è ancora un'automobile italiana (carrozzata da un'azienda italiana!) a vincere il Best of Show a Villa d'Este. Dopo la Maserati A6 GCS Coupé Pininfarina del '54 (2016), l'Alfa Romeo 8C 2300 Corto Spider Zagato del '31 (2015) e la Maserati 450 S Spider Fantuzzi del '57 (2014), l'edizione 2017 vede trionfare l'Alfa Romeo Giulietta SS Prototipo Bertone del 1957, appartenente oggi alla Lopresto collection. La soddisfazione per Giovanna Scaglione, figlia del grande designer Franco Scaglione, autore delle forme di quest'auto, è doppia poiché la vettura vince anche il Trofeo...
Alvise-Marco Seno
Auto / Eventi / News / Personaggi
22 agosto 2016

Pebble Beach 2016: la prima volta di una Lancia

A una Lancia Astura Cabriolet Aerodinamico “Tipo Bocca” del 1936 il titolo di Best of Show del più esclusivo Concorso di Eleganza al mondo. Un premio di prestigio anche a Corrado Lopresto per la sua Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale del 1957, prototipo disegnato da Franco Scaglione per Bertone Sarà che questo è l’anno del 110^ anniversario, sarà che la vettura è un capolavoro di Pinin Farina, sarà che le auto anteguerra di gusto Art Déco sono particolarmente apprezzate in Usa, una Lancia Astura Cabriolet Aerodinamico “Tipo Bocca” del 1936 ha conquistato il titolo di Best of Show al Concorso di Eleganza di Pebble Beach conclusosi poche ore fa in California. È la prima volta in assoluto che una Lancia vince questo ambito titolo in quello che si autodefinisce il più prestigioso Concorso di Eleganza del mondo. In 66 anni non era infatti mai successo che il titolo andasse a una vettura di Torino. La sorte ha voluto che anche...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / Eventi / News / Personaggi
20 maggio 2016

Villa d’Este 2016: la sorpresa di Lopresto e le altre concorrenti

Metà ripristinata e metà arrugginita, ecco in anteprima la vettura che il noto collezionista italiano presenterà domani al più prestigioso concorso di eleganza italiano. Una provocazione destinata a fare clamore. A fondo pagina l'elenco delle auto e delle moto ammesse. Mai prima d’ora in un concorso d’eleganza automobilistico, nemmeno nel più periferico, si era visto qualcosa di simile: un’auto divisa perfettamente in due parti uguali, una ripulita alla meglio dalla ruggine e dalla polvere; l’altra con ancora la pelle segnata dall’incuranza, così come è stata ridotta da decenni di intemperie prima di essere riportata in Italia. Corrado Lopresto l’ha presentata a Milano alla presenza di Ercole Spada con un vernissage nello show room dello storico lanificio biellese Vitale Barberis Canonico, in anticipo di qualche giorno rispetto alla passerella di Villa d’Este.   Una vettura che rappresenta una anomalia storica per un concorso di eleganza, soprattutto in un appuntamento di prestigio internazionale come quello che si tiene tra un paio di...
Redazione Ruoteclassiche
Eventi / News
27 marzo 2015

Il fascino discreto della ruggine

Una mostra al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino affianca le immagini del demolitore più famoso d’Europa a pezzi unici ancora da restaurare. Difficile resistere al fascino delle autodemolizioni. Per la speranza di trovare il pezzo unico dei nostri sogni o soltanto il ricambio mancante al nostro restauro, ma anche per l’atmosfera fuori dal tempo e per il silenzio carico di storie da raccontare che questi non-luoghi sanno trasmettere non soltanto agli appassionati di auto. Ruoteclassiche se n’è occupata più volte, con reportage dei demolitori di tutt’Italia (a metà dello scorso decennio) e con un articolo su quello che era diventato il "rottamaio" più famoso d’Europa: Franz Messerli di Kaufdorf, un paesino vicino a Berna con mille abitanti e altrettante classiche cariche di nobiltà e di ruggine. Messerli padre e figlio avevano raccolto auto da demolire dal 1935 a inizio anni Ottanta, e la loro “collezione” aveva raccolto pezzi così importanti che verso il 2005 si era pensato di rendere il...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / Eventi / News
06 febbraio 2015

Rétromobile 2015, quarant’anni in grande stile

Si preannuncia come un’edizione da record per qualità delle auto esposte, fascino delle rassegne tematiche e affluenza di pubblico quella che celebra i primi otto lustri di vita del salone parigino. Ecco che cosa non dovete assolutamente perdere Enchanté, esclamano i francesi quando restano colpiti da qualcosa di profondamente bello. Enchanté è la sensazione di chiunque visiti la 40ma edizione di Retromobile a Parigi, che ha aperto i battenti mercoledì 4 per chiuderli domenica 8 febbraio. La rassegna della Ville Lumière si conferma l’appuntamento più importante dell’anno, non foss’altro perché è il primo della nuova stagione, e perché ha raggiunto negli anni un livello elevatissimo. Un po’ in tutto, in verità: qualità delle auto, prezzi, fascino, pubblico. Al punto che l’esposizione rischia di smarrire un po’ la sua funzione, sintetizzabile - per chi si aggira tra gli stand - nella formula “vengo-guardo-compro”, per diventare più sobriamente “vengo-guardo-sogno a occhi aperti”… Perché i prezzi delle auto sono sempre più fuori misura...
Redazione Ruoteclassiche
Carica altri articoli