ritrovamenti

Personaggi
14 giugno 2018

Questo ragazzo ha trovato più di duemila autostoriche in sette anni

Paolo Sormani
News
04 giugno 2018

Cercate una Citroën CX? Qui ne trovate un centinaio

Un sogno per tutti gli appassionati del Double Chevron, poter scegliere tra cento Citroën CX di qualsiasi modello e in qualsiasi stato, dalla GTi all'ambulanza. Ha sofferto molto il fatto di venire dopo l'inarrivabile DS ma a un quarto di secolo, 27 anni per l'esattezza, dal suo addio ai concessionari la CX inizia a guadagnare fascino e non solo tra i fedelissimi del marchio. Certo che fa impressione vederle tutte allineate in una collezione completa di fotogallery sul web (potete trovarle qui) con foto segnaletica, una sola per esemplare ma già abbastanza esemplificativa dello stato complessivo di conservazione. Ed è un segno dei tempi anche il fatto che, una volta, tale "ritrovamento" e disponibilità avrebbero assunto toni leggendari e magari si sarebbero letti mesi dopo, a vendite e cose fatte, mentre oggi è tutto a portata di clic per gli appassionati di tutto il mondo tra condivisione sui social e facili ricerche online. A proposito, fa impressione anche notare il rigore...
Redazione Ruoteclassiche
News
10 aprile 2018

[Barn Find] Alfa Romeo, spunta una 1900 ex Guardia di Finanza

Imbattersi in un’Alfa 1900 Super del 1954, ferma da oltre 15 anni e quindi un po’ trascurata, ma completa e non aggredita dalla ruggine, è un evento che solleticherebbe la maggior parte dei collezionisti. Scoprire poi che non si tratta di una 1900 qualunque, ma piuttosto di una delle vetture destinate - al tempo, in un piccolissimo lotto - alla Guardia di Finanza, non farebbe altro che accrescere la soddisfazione. Proprio quello che è successo a Pier Paolo Garofalo, collega de “Il Piccolo” di Trieste. L’"Alfona" nera non sembrava una macchina particolare, però esaminandola con calma qualcosa di inconsueto ha cominciato a rivelarsi: intanto la “manomissione” del cassetto portaoggetti, dal quale era stato smontato il motorino elettrico del tergicristallo per far posto a un radiotelefono della prima ora. I tergi, così, sono incernierati sopra il parabrezza e azionati da un motorino ciascuno (in pratica sono quelli della fuoristrada Matta). Sulla plancia, poi, è fissata una targhetta metallica con il numero di...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
04 aprile 2018

[Barn find] Bella addormentata ma superprotetta

Da un rifugio antiatomico italiano è comparsa una Fiat 1400 del 1953 perfettamente funzionante e ben conservata. Ecco la storia di un curioso ritrovamento e di una vettura dimenticata per... cause di forza maggiore. L’auto nel fienile, la cosiddetta “barn find”, il sogno di tutti gli appassionati che non sempre si avvera, anzi. Ma che ne dite di una macchina che riemerge, nientemeno, da un rifugio anticontaminazione nucleare? Questa creatura postatomica è una Fiat 1400 del 1953. In versione diesel, per la precisione, cioè la prima vettura a gasolio messa in vendita da Fiat. Il che ne accresce il pregio. Ma per non farsi mancare nulla la nostra “bella addormentata” gioca anche la carta di un proprietario notabile, il deputato monarchico Roberto Lucifero d’Aprigliano, figlio di Alfonso Lucifero, a sua volta deputato del Regno d’Italia fino al 1919. Proprio Roberto, primo intestatario della 1400 dal 1953, l’ha iscritta all’Asi negli anni Ottanta e l’ha poi usata fino al 1993, anno...
Redazione Ruoteclassiche
News
21 febbraio 2018

Jaguar E Type, nei peggiori garage di Caracas

Una Jaguar E Type a Caracas non è quel che si dice una presenza comune. Una E Type 3.8 (consegnata il 20 agosto 1963) che ha corso in Venezuela, Colombia e altri Paesi sudamericani negli anni Sessanta con un pilota di origini italiane, Oddo Natalini Ferrari, vincendo nel 1966 anche la propria categoria nel campionato nazionale a Bogotà, è un oggetto prezioso destinato a solleticare la curiosità di tanti appassionati. A maggior ragione se la vettura viene scovata nelle mani del costruttore di auto da competizione e (ai tempi) pilota Ernesto Piovesan, anche lui italiano, che a Caracas la custodisce da decenni. Insomma, non solo una scoperta, ma anche una bella storia alle spalle, che l'ultimo acquirente, italiano, sta cercando di ricostruire anche grazie alle cronache del tempo. Riuscire a comperare l'esemplare, superare le mille difficoltà burocratiche per l’espatrio e farlo arrivare finalmente a Genova in un container sono poi il coronamento di quella che appare a tutti gli effetti...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / Auto / News
26 febbraio 2016

Quando il fienile è uno scrigno. La "top 5" dei ritrovamenti più preziosi

Gli inglesi le chiamano “barn find”, espressione che tradotta suona come “ritrovamento nel fienile”. Sono le auto che giacciono da anni in luoghi isolati, in stato di abbandono. Autentici gioielli che, se ritrovati, possono valere milioni anche se non versano in buone condizioni. Anche perché - e la storia dei ritrovamenti ce lo insegna - il mondo è pieno di proprietari di auto classiche così incoscienti da abbandonare per decenni un patrimonio su quattro ruote. E soprattutto è una fonte inesauribile di storie e aneddoti incredibili. Ecco quindi le cinque scoperte più incredibili e affascinanti di sempre. Ferrari 250 GT SWB California Era stata per due anni l’auto di Alain Delon, una delle 36 velocissime e rarissime spider prodotte a Maranello. Quella in questione era del 1961 e per decenni è stata abbandonata in una fattoria di Saint Gervais La Foret, nella Francia centrale. Faceva parte di una collezione creata, negli anni 50, dall’imprenditore Roger Baillon che era riuscito a...
Redazione Ruoteclassiche