Festival of Speed, ci sarà anche la Fiat S76

Presentato il programma del prossimo Festival of Speed di Goodwood: tra le grandi attrazioni anche la “missilistica” vettura da record del 1911 che sui vialetti della tenuta inglese è tornata a muoversi dopo cent’anni.

Lo scorso dicembre ha “rimosso” i primi passi dopo circa un secolo di silenzio (vedi articolo). Pochi giorni fa la Fiat S76 del 1910, la bestia di Torino, novella araba fenice di un passato glorioso (quello di Fiat) è invece tornata a mordere l’asfalto. Lo straordinario prodotto di un’epoca epica, romantica e sognatrice, in cui l’automobile, poco più di un carro a motore, ha completato un lungo processo di rinascita durato ben 12 anni.

Dopo la prima accensione del suo mastodontico motore 4 cilindri da 28,5 litri, la S76 ha così percorso per la prima volta i vialetti del parco di Goodwood. Duncan Pittaway, l’appassionato ingegnere inglese proprietario della vettura, ha voluto come suo ospite a bordo proprio Lord March, personaggio di spicco dell’universo delle auto storiche nonché ideatore del Festival of Speed che si tiene nella sua tenuta.

Le immagini del video realizzato per l’occasione (vedi) sono a dir poco emozionanti: la S76 sputa fuoco e fumo dai suoi scarichi laterali e con il suo andare scoppiettante ci riporta magicamente in un’epoca che nessuno può ormai più raccontare di aver vissuto di persona. Ma quello appena compiuto non sarà il solo viaggio di questa vettura restituita alla vita. La S76 sarà una delle protagoniste dell’edizione 2015 proprio del Festival of Speed 2015, che si terrà dal 25 al 28 giugno nella tenuta di lord March. Non solo, Pittaway ha dichiarato che intende percorrere tutta la distanza da Bristol (dove risiede) a Goodwood con la feroce Fiat da 300 CV.

IL PROGRAMMA DI GOODWOOD

Vedere la S76 in movimento non sarà però l’unico motivo per recarsi a Goodwood il prossimo giugno. L’organizzazione della manifestazione sta completando in questi giorni gli ultimi ritocchi al piano organizzativo. Che sarà, come ogni edizione, straordinario. Ecco gli highlight già definiti di quest’anno:

60 anni della vittoria di Stirling Moss alla Mille Miglia: sono attese sette Mercedes 300 SLR per celebrare quell’epica vittoria;
Yamaha Motor Company: Valentino Rossi sarà presente per celebrare 60 anni del brand giapponese;
Derek Bell: A Goodwood si celebrerà la carriera del pilota inglese (5 vittorie alla 24 Ore di Le Mans) con la  presenza di non meno di 12 auto da corsa da lui condotte in gara (tra cui una Mirage GR8, con cui vinse la sua prima 24 Ore);
Formula 1: saranno presenti cinque scuderie del circus che si esibiranno “live”;
Stelle del motociclismo: saranno presenti Casey Stoner, Freddie Spencer e Kenny Roberts;
Raduni: presenza del più vasto numero di auto americane nella storia del Festival;
Concorso d’Eleganza Cartier Style et Luxe: quest’anno saranno presenti le categorie “60 Anni della Citroën DS” e “80 anni della Carrozzeria Figoni & Falaschi”;
Moving Motor Show: i principali marchi internazionali porteranno a Goodwood le loro vetture dell’attuale produzione. Ci saranno, inoltre, alcuni importanti debutti per il mercato inglese da parte di Mazda, Ford e Bentley;
Michelin Supercar Run: la tradizionale esibizione lungo il percorso in salita vedrà schierato il più imponente dispiegamento di supercar nei 22 anni del Festival of Speed.

Alvise-Marco Seno

partecipa alla conversazione

Festival of Speed, ci sarà anche la Fiat S76