Auto / Eventi / News
19 ottobre 2016 | di Redazione Ruoteclassiche

Padova 2016: cosa c’è da vedere

Al via la 33ma edizione di Auto e Moto d’Epoca, la più grande e importante delle mostre scambio italiane: 4500 auto storiche in vendita, oltre 400 commercianti presenti e altrettanti ricambisti specializzati. Ai quali si aggiungono 16 marchi ufficiali e ben 500 moto d’epoca. Sarà presente anche Ruoteclassiche con una iniziativa speciale.

Sono numeri da record quelli previsti per la 33ma edizione di Auto e Moto d’Epoca a Padova in programma dal 20 al 23 ottobre. A cominciare dalla presenza delle Case automobilistiche ufficiali che oltre ai miti del passato proporranno i nuovi modelli in arrivo sul mercato Italiano. Citroën, per esempio, proporrà in anteprima nazionale la nuova C3, mentre la Land Rover l’ultimo nato del modello Discovery esibito fianco a fianco della Jaguar F-Type SVR, la più performante della serie e non ancora circolante in Italia. Altri protagonisti saranno il Levante, primo SUV di Maserati, la nuova Abarth 124 Spider e l’Audi R8 Spyder. E poi DS con la nuova DS 5 Hybrid; quindi Mercedes, Pagani, Porsche, Tesla,  Volkswagen (con il modello Clubsport realizzato per celebrare i 40 anni della Golf GTI), Volvo con le sue station wagon (dalla Duett alla nuova V90).

“La crescente importanza dell’Heritage non è una moda rétro” spiega Mario Baccaglini, patron della manifestazione, “È la chiave del futuro, perché permette di trasferire nel presente, reinterpretandoli, i valori e le caratteristiche che hanno plasmato ogni singolo marchio, rendendolo unico e immediatamente riconoscibile”. A fianco di queste novità si potranno infatti ammirare miti su ruote come la Fiat 124 Abarth Gruppo 4; la Auto Union D-Type di Tazio Nuvolari; le DS 19 e DS 21 Prestige Chapron; le Peugeot 205 Cabrio e la 402 Eclipse; le Mercedes W196 e 450 SLC ‘Bandama’; la Porsche 911 SC Safari che gareggiò nell’East African Safari Rally del 1978; le Lamborghini storiche e i capolavori del Registro internazionale Touring Superleggera presente due capolavori assoluti: la Ferrari Sport 166 MM Barchetta, e la prima Lamborghini di serie, la 350 GT.

Decine, inoltre, i club storici partecipanti, ognuno con un mito da condividere. Tra questi le Lancia in rappresentanza dei 110 anni di storia di questo marchio. Il Fiat 500 Club Italia proporrà invece una rassegna completa di tutte le serie: N del 1957, D del 1965, F del 1968, L del ’71 ed R del ’73 come anteprima per 60esimo anniversario di questo modello in calendario il prossimo anno.

Il Museo Nicolis di Villafranca, dedicherà la sua presenza ai ruggenti anni cinquanta, esponendo una Ford “Thunderbird” del 1955 e una Corvette. Presso lo stand del Circolo Patavino Autostoriche si potrà ammirare la prima vettura costruita in Italia: il motociclo Bernardi del 1894, concesso dall’università di Padova, mentre l’A.A.V.S. porterà una Diatto 150S del 1925, la prima a sospensioni indipendenti; la Chiribiri del 1925, che introdusse il motore a doppio albero a camme in testa, e la Cord L29 del 1929, prima vettura a trazione anteriore.

Presso lo stand della Galleria Pananti Casa D’Aste si potranno ammirare una cinquantina di supercar storiche, tra le quali la Ferrari 308 CARMA FF Gruppo 5, un’auto da competizione nata dalla collaborazione di Carlo Facetti e Martino Finotto che, nel 1981, decisero di sfidare la Porsche nel campionato mondiale. L’Asta di Pananti si terrà sabato pomeriggio a partire dalle 15.00 all’interno della Fiera.

Come al solito, anche Ruoteclassiche sarà presente all’edizione 2016 di Auto e Moto d’Epoca (troverete il nostro stand  nel padiglione 4). Quest'anno ci sarà una ragione in più per venirci a visitare: Ruoteclassiche ha messo a punto con Federperiti una nuova certificazione peritale che sarà in grado di documentare con estrema precisione il valore economico e storico delle vostre auto d’epoca e youngtimer. Rispetto alla perizia convenzionale, che è stata lanciata lo scorso anno con successo, il documento che si potrà ottenere a Padova sarà semplificato, ma altrettanto valido a tutti gli effetti sia per gli scopi assicurativi sia per quelli legali.

I periti dell’associazione, in team con i nostri esperti, saranno dunque a disposizione nello stand di Ruoteclassiche per tutti gli operatori del settore che vorranno ottenere la perizia light, che potrà essere redatta al momento. I destinatari di questo importante documento non sono soltanto coloro che vogliono vendere la propria vettura (collezionisti privati o commercianti) ma anche chi è interessato ad acquistarne una. Oppure chi vuole sottoporre un determinato veicolo al vaglio degli esperti, in modo da essere supportati durante l’acquisto. Le vetture che saranno periziate da Ruoteclassiche e Federperiti saranno riconoscibili grazie a uno speciale bollino che verrà applicato sul parabrezza.

La 33ma edizione di Auto e Moto d’Epoca sarà anche ricordata per la presenza massiccia delle due ruote, una novità che per la prima volta apre gli spazi della Fiera di Padova a oltre 500 esemplari d’epoca: dalle moto artigianali alla fioritura degli anni ’70.  Nei 1800 metri quadrati della galleria 78 e nel corridoio centrale del Padiglione 8, verrà dato spazio non solo a singole moto e modelli rari, ma ad intere produzioni, con aree riservate ai marchi e alla loro evoluzione con, a fianco, moltissimi ricambisti specializzati. La parte del leone la faranno le moto degli anni ’70 con intere serie di Kawasaki, Honda, Triumph, Norton, Yamaha e Suzuki. Grande spazio anche alle maxi moto italiane degli anni ’60 e ’70 con un’importante collezione di Benelli a fianco di Ducati, Guzzi, Laverda.

Tra le anteprime anche le moto anteguerra, soprattutto francesi, raccolte dai fratelli torinesi Bretti, due esperti di questo settore. La grande epoca delle moto artigianali italiane da competizione categoria 175 sarà invece rappresentata dai modelli Mondial, MV, Morini e Rumi. Mentre per le fuoristrada da non perdere l’esposizione delle moto del collezionista Paolo Torta. E poi le Maico, le KTM le tre spagnole Montesa, Bultaco, Ossa, e le grandi moto artigianali italiani: Ancillotti, Gori e TGM.

I cancelli aprono giovedì 20 dalle 9.00 alle 18.00. Per la giornata di anteprima il biglietto è unico (non sono previste riduzioni) e costa 40 euro. Da venerdì a domenica l'orario passa dalle 9.00 alle 19.00. Il biglietto intero costa 22 euro e il ridotto 18 euro. L'abbonamento per due giorni 40 euro mentre per tre giorni è di 57 euro. Per tutte le altre informazioni pratiche: www.automotodepoca.com.

Condividi
COMMENTI